• MW SUGGESTIONS •

Tahiti e la Polinesia francese : il mito del paradiso terrestre

Data pubblicazione : 03/07/2014     
Autore : Franca D. Scotti


Gli esploratori europei le definirono in molti modi: "Nuova Citera", isole di Venere, paradisi in terra. Stupiti e travolti dalla bellezza di queste terre.
Poi arrivarono artisti e intellettuali, come Gauguin, a celebrare il mito dell’evasione dalla civiltà.
Così l’Occidente cominciò a sognare Tahiti e la Polinesia francese.
Un paradiso composto da 118 isole e atolli che si sviluppa su cinque grandi arcipelaghi, su  una superficie di oltre due milioni di chilometri quadrati dell´Oceano Pacifico meridionale.
Un’area così vasta che i primi esploratori impiegarono parecchi anni per scoprire e classificare tutte le isole e gli atolli.
Il trascorrere del tempo non ne ha scalfito il fascino. 
Bora Bora, PapeeteMoorea, Huahine, Taha´aRangiroa, le Marchesi evocano ancora paradisi perduti.Dove aspre cime vulcaniche  convivono con colorate barriere coralline, lagune turchesi con distese di sabbia bianca, spiagge orlate di palme con lussuosi e intimi resort. I bungalow sull’acqua, inventati sulle Isole di Tahiti 45 anni fa, rappresentano ora l’emblema dell’Eden.
Per i viaggiatori in cerca del perfetto rifugio nel Pacifico Meridionale, soggiornare in un bungalow sull’acqua è un’esperienza imperdibile. Con un accesso diretto da una terrazza privata nelle lagune di Tahiti, un balcone, un tetto di paglia e tutti i comfort e i servizi di una camera d´albergo di prima categoria, il bungalow sull’acqua è il simbolo per eccellenza della privacy.
Tahiti è anche profumo di vaniglia, melodia di ukulele, essenza di Tiarè e sapore di cocco. E il suo nome coincide con l’elogio della lentezza, del sorriso, di una  tradizione millenaria.
Nel  “dolce far niente”, perfetto soprattutto per le coppie in luna di miele, il turista curioso troverà anche mille  opportunità di movimento e di scoperta.
Snorkeling, immersioni subacquee e surf sono alcune delle attività più popolari, ma nell’arcipelago si può anche andare in canoa polinesiana, in bicicletta, a cavallo e sulle jeep a quattro ruote. E ancora: pesca subacquea e d´altura, nuoto, vela, sci d´acqua, windsurf, tennis, tour dell´isola, nutrimento degli squali, gite in elicottero, musei, visite culturali agli antichi marae o templi.  
Si va alla scoperta anche dell’arte  decorativa che è stata particolarmente sviluppata in queste isole.
Collegate a una serie di miti e riti, ma anche ai materiali e agli strumenti disponibili, le arti dei primi polinesiani raggiunsero nel corso degli anni un valore estetico riconosciuto anche dagli artisti e scrittori europei. Sorprendente ad esempio in questo ambito l’arte dei tatuaggi,  (una parola derivata dal polinesiano “tatau”),  sviluppata soprattutto nelle Isole Marchesi, dove raggiunse un livello senza precedenti in tutto il Pacifico.
Ammirare il tramonto, passeggiare sulla spiaggia, rilassarsi sulla sabbia, assaporare la squisita cucina locale, attraversare a piedi bellissimi giardini profumati o semplicemente godere l’ospitalità della popolazione locale rappresentano i momenti più memorabili di ogni visita a Tahiti e nelle  isole della Polinesia.
Nel pomeriggio, dopo il tramonto, si passeggia alla ricerca di artigianato e prodotti tipici: perle di coltura tahitiane,  intagli di conchiglie in madreperla, saponi di cocco e tiaré, olio di monoi, baccelli di vaniglia, collane di guscio, sculture in legno, parei colorati, cappelli e  ceste intrecciate.
Mentre la dolcezza della  sera  è arricchita da musica e danze che raccontano la storia del popolo di Tahiti. Ballerini in splendidi costumi mostrano la bellezza, la forza e la grazia in danze tradizionali che sono state tramandate per generazioni.
Tutto questo universo di  suggestioni culturali e naturali trova oggi espressione nel nuovo posizionamento e nella nuova brand identity a livello globale di Tahiti Tourisme. Un progetto strategico che vuole sottolineare le attrattive e il fascino che suscita Tahiti agli occhi del visitatore europeo.
Cultura senza tempo, uno stile di vita particolare, bellezza intatta di luoghi e di popoli, per un impatto profondo ed incisivo e la memoria di un viaggio indimenticabile.

www.tahiti-tourisme.it




Seychelles: belle e possibiliDolce estate a Barbados: tra mare, natura e cultura