• MW SUGGESTIONS •

EUROPA E CULTURA: ANDALUSIA, SIVIGLIA E CADICE

Data pubblicazione : 25/11/2016     
Autore : Antonio Sarti


Quando dici Spagna, viene naturale pensare a Madrid o Barcellona, le due mete per eccellenza della penisola iberica: la patria di Goya e Dalì tuttavia non è tutto ciò che questo bellissimo paese ha da offrire; Oggi vi portiamo alla scoperta dell’Andalusia, la regione meridionale della Spagna, con Siviglia e i suoi tesori nascosti.


Siviglia è una gemma dai mille volti e dal cuore diviso tra un passato arabo e una modernità, scaturita dalla riconquista cristiana nel 1248, costruita sulle fondamenta del cattolicesimo: questa profonda diversità tra le sue diverse anime la si riconosce in ogni edificio, mai simile ad un altro e spesso addirittura opposto.
Plaza del Triunfo rappresenta il cuore pulsante della città, qui infatti si trovano l’Alcazar e la splendida cattedrale in stile gotico: quest’ultima ha rappresentato per secoli il segno chiaro e inequivocabile della vittoria cristiana sull’Islam, essendo stata costruita in tutta la sua imponenza sulla precedente moschea.
Il suo naturale contraltare è proprio l’Alcazar, il palazzo reale arabo che porta nella struttura e nei particolari una forte connotazione di architettura islamica; ancora oggi questo bellissimo palazzo è utilizzato dal Re di Spagna, e una passeggiata nei suoi incantevoli giardini vi farà viaggiare nel tempo ma anche nel cinema: proprio in questi spazi sono state girate infatti diverse scene della celebre serie tv “Il Trono di Spade”.


Se non volete perdervi la Siviglia più autentica dovrete assolutamente visitare il Barrio di Santa Cruz, il cuore più caldo del capoluogo andaluso: muovendosi a piedi dalla Plaza del Triunfo ci si tuffa in un dedalo di viuzze e piccoli anfratti, un luogo dove ogni cosa è simile a se stessa e dove ogni tipo di cartina stradale è inutile. Ogni angolo qui profuma di storia, le mura antiche premono le case l’una sull’altra e rendono unica l’atmosfera che si respira nel quartiere: al centro si trova Calle Meteos Gago, probabilmente la via più celebre e amata dai buongustai: le tapas migliori della città e di tutta la Spagna le potete gustare in una delle locande che danno sulla via, che nonostante la sua fama ormai consolidata continua a mantenere un altissimo standard qualitativo di ristorazione.
L’andalusia non è solo Siviglia, e non basta un solo weekend per visitare tutte le meraviglie che offre: in abbinata al capoluogo però può essere interessante approfondire la conoscenza della parte più occidentale della regione, i cui principali riferimenti sono Huelva e Cadice.


Nell’area di Huelva vi suggeriamo di tralasciare la città e dedicarvi ai piccoli tesori difficili da trovare che tuttavia valgono bene una visita: Niebla ad esempio è un piccolo borgo fortificato che sorge lungo la direttrice che collega Siviglia a Huelva. Questa cittadina dalle dimensioni assai contenute rivela al suo interno uno splendido castello e una altrettanto bella cattedrale, ma il vero punto di forza è la cinta muraria perfettamente conservata e caratterizzata da quaranta torri.
Anche nella provincia di Cadice è possibile trovare la vera anima andalusa, resa molto più evidente dal flusso turistico molto inferiore che la caratterizza: frustata dal vento e battuta dalle acque dell’Oceano, Cadice conserva anch’essa una struttura molto simile a quella di Siviglia, con un quartiere centrale, il Barrio del Populo, tutto vicoli e dedali caratteristici, con l’aggiunta di un profumo di mare che vi riporterà direttamente all’epoca dello splendore della città.





Hokkaido, regina dell´invernoAbu Dhabi: eventi e storie straordinarie