• MW SUGGESTIONS •

Una pagina bianca contro le violenze

Data pubblicazione : 09/03/2017     
Autore : Marica Basile


“Una pagina bianca è una poesia nascosta”, il tour di Fare X Bene Onlus, ha fatto tappa in Piazza Duomo nella giornata dell’8 Marzo. Una data particolarmente importante che ricorda le lotte e le conquiste delle donne nonostante le violenze, perfetta per rimarcare l’obiettivo dell’associazione: promuovere e tutelare i diritti inviolabili degli individui, specialmente di donne, bambini e persone disabili. A sostegno dell’iniziativa, rimarcabile il ruolo dell’azienda dermocosmetica italiana BioNike, da sempre impegnata a promuovere un concetto di bellezza che inizia dal benessere di corpo e mente.

L’evento, straordinario, ha voluto coinvolgere e sensibilizzare tutti: generazioni di donne (e non solo) a confronto, unite per lasciare messaggi e frasi di solidarietà su quell’enorme telo bianco trasformato in una pagina scritta da pennellate di colore.
C’è bisogno di conoscenza delle varie forme di violenza, di coraggio per denunciarle e determinazione per reagire. Valentina Pitzalis ne è l’esempio. L’inaudita violenza subita per mano di chi diceva di “amarla” non l’ha fermata: nonostante abbia subito danni fisici irreversibili, è in prima linea nella lotta contro le crudeltà motivate dall’ignoranza.
Lei stessa spiega:
“Purtroppo la violenza di genere contro le donne è veramente terribile e noi come Fare X Bene Onlus combattiamo questo fenomeno facendo prevenzione e non lo facciamo solo durante la festa della donna ma tutto l’anno perché il rispetto non deve essere momentaneo. Sensibilizziamo l’opinione pubblica con tanti eventi aperti a tutti e portiamo avanti dei progetti nelle scuole per parlare con i giovani. Io personalmente racconto la mia testimonianza ma non voglio essere vista come esempio piuttosto come un monito. Io esorto a non fare con me, di non sottovalutare i primi campanelli di allarme. L’amore è rispetto, non è sopruso. I ragazzi devono capire cosa sia il vero sentimento. Voglio dire a tutti di imparare ad amarsi e smettere di fare le crocerossine. Bisogna chiedere aiuto, non isolarsi e parlare. Non bisogna vergognarsi, noi non siamo la causa della violenza. Chi ci fa del male, sotto diverse forme, deve essere allontanato da noi”.





DONNE DENTROWedding a confronto