• MW SUGGESTIONS •

THE CAL 2017

Data pubblicazione : 03/12/2016     
Autore : Silvia Cutuli


“In un’epoca in cui le donne sono rappresentate dai media e ovunque come ambasciatrici di perfezione e bellezza, ho pensato fosse importante ricordare a tutti che c’è una bellezza diversa, più reale, autentica e non manipolata dalla pubblicità o da altro. Una bellezza che parla di individualità, del coraggio di essere se stessi e di sensibilità”.

Descrive così il suo terzo calendario Pirelli intitolato non a caso “Emotional”, Peter Lindbergh, il fotografo tedesco impegnato a combattere la bellezza ritoccata, mettendo a nudo non il corpo ma l´anima femminile con l´intento “di realizzare un Calendario non sui corpi perfetti, ma sulla sensibilità e sull’emozione, spogliando l’anima dei soggetti, che diventano quindi più nudi del nudo”.
E vere e intense appaiono negli scatti realizzati tra New York, Los Angeles, Berlino, Londra e Le Toquet, le grandi star del cinema cui è dedicata l´edizione 2017, presentata a Parigi lo scorso 29 novembre: Nicole Kidman, Penelope Cruz, Uma Thurman e Kate Winslet insieme a Julianne Moore, Rooney Mara, Charlotte Rampling, Helen Mirren, Alicia Vikander, Zhang Ziyi, Robin Wright, Jessica Chastain, Lupita Nyong´o, Lea Seydoux e Anastasia Ignatova.
Azzarda anche Lindbergh, che nel tentativo di catturare l´immediatezza della personalità, si mette ad esempio a inseguire Robin Wright a Times Square: “Mentre la rincorrevo tra la gente di New York, pensavo: sto facendo una pazzia, non funzionerà. Lei era spaventata, io incerto del risultato: quando le ho riviste, la sera stessa, ho capito di aver prodotto foto incredibili”. E non stupisce che sia proprio il patinato e super esclusivo calendario, realizzato in un´edizione limitatissima, ad affidarsi per la terza volta – mai fotografo aveva infranto il limite dei due calendari - all´obiettivo di Lindbergh, che già nel 1996 aveva ritratto sul set di El Mirage in California in un bianco e nero dalla potente forza espressiva, un drappello di top-model come Eva Herzigova, Carré Otis e Nastassja Kinski.
Realizzata invece a Hollywood e gli Studios, con interpreti del calibro di Kiera Chaplin, Brittany Murphy e Mena Suvari, l´edizione del 2002, in un´atmosfera sognante e dal tocco cinematografico.

A più di dieci anni di distanza, oggi è ancora una volta il The Cal il più potente mezzo espressivo per: “ritrarre le donne in modo diverso: l’ho fatto chiamando attrici che hanno avuto nella mia vita un ruolo importante e fotografandole avvicinandomi a loro il più possibile – precisa Lindbergh - Come artista sento la responsabilità di liberare le donne dall’idea di eterna giovinezza e perfezione. L’ideale della bellezza perfetta promossa dalla società è un obiettivo irraggiungibile”.





Una luminosa ´´Christmas Shopping Experience´´ con l’Associazione MonteNapoleoneL'Uomo di Montenapoleoneweb: i regali perfetti per Lui!