• MW SUGGESTIONS •

Paris FW - La Dior(r)evolution firmata Maria Grazia Chiuri

Data pubblicazione : 03/10/2016     
Autore : Silvia Cutuli


“Voglio prestare attenzione al mondo e fare moda raccontando le donne di oggi, accompagnandole nelle loro trasformazioni. Nel superamento di quelle categorie stereotipiche: maschio/femmina, giovane/ vecchio, ragione/sentimento, che nella realtà, invece, sono aspetti complementari." Così Maria Grazia Chiuri, prima donna alla guida creativa della Maison Dior e per giunta italianissima, introduce la sua prima collezione per la casa francese, indagando le regole della bellezza moderna. Una collezione disciplinata, che prende le mosse dal concetto di divisa - perché in realtà il New Look di monsieur Dior altro non era che una divisa che sfidava la modernità - mutuato alla scherma.
"La scherma è una disciplina in cui l’equilibrio tra pensiero e azione, la sintonia tra mente e cuore sono fondamentali. L’uniforme delle schermitrici è, con l’aggiunta di protezioni strategiche, calco di quella maschile. Il corpo femminile si adatta alla divisa e allo stesso tempo la divisa appare plasmata dalla forma del corpo femminile” spiega la designer, riportando la donna al centro - e non poteva essere altrimenti nella sua visione "femminista" - grazie a creazioni che se celebrano l´artigianalità della maison, lo fanno con una leggerezza creativa non priva di ironia e sentimento. Dio(r)evolution e J´adior le parole-decoro, insieme a quei cuori rossi ricamati sul petto, simbolo di passione e forza delle donne di oggi.





TRANOI PARISParis FW - Nel microcosmo di Issey Miyake