• MW SUGGESTIONS •

Parigi FW: il nuovo che avanza

Data pubblicazione : 06/03/2017     
Autore : Silvia Cutuli


Ci si interroga sempre di più sul nuovo contemporaneo e su quale forma debba avere per essere tradotto su abiti desiderabili quanto indossabili. Un nuovo che non guarda al futuro; semmai si nutre di alcuni significativi momenti del passato che vengono però rielaborati per scrivere nuove storie e disegnare nuove silhouette.

E' quello che fa Pierpaolo Piccioli nella nuova collezione autunno/inverno 2017-2018 Valentino presentata a Parigi: “In questo momento mi interessa non avere idee pregresse e provare a parlare dell’oggi, del contemporaneo col meglio di quello che abbiamo imparato dal nostro passato”.
Ed ecco allora che la rigorosa estetica vittoriana sposa in un incontro di quelli "impossibili" il gusto pop del collettivo Memphis fondato negli anni Ottanta da Ettore Sottsass, il tutto condito dai pattern di Natalie Du Pasquier. Ne vengono fuori abiti e cappotti di vittoriana drammaticità, che acquistano leggerezza nei nuovi tagli a pannelli che si scompongono per svelare fantasie di mani e cifre numeriche tipiche del Memphis in nuance acide che stemperano il dark.

 width=
 width=


“Among all the colours, navy blue is the only one which can ever compete with black, it has all the same quality”
, scriveva Christian Dior in The Little Dictionary of Fashion, così Maria Grazia Chiuri si lascia affascinare da quel blu tanto amato da Monsieur Dior. Il colore trasversale per vocazione, adatto ad ogni età e genere, contamina le creazioni affondando le sue trame tanto nell'arte del Novecento quanto nel workwear, con le tipiche divise da lavoro che tornano in passerella tra tute e camiche délavé. Accanto a gonne, mantelle e piccoli bomber dall'attitudine contemporanea e sportwear resa ancor più evidente dall'utilizzo trasgressivo dei materiali come velluto, taffetà e maglia per disegnare un nuovo capitolo blu della Maison di avenue Montaigne.
  width=
 width=


Giochi cromatici, volumi scultorei, lineari e puliti mossi da quelle piume di struzzo, applicate con una tecnica sperimentale che le rende minimal. Perchè per il suo nuovo ready to wear autunno-inverno '17-18 - che sarà in esposizione presso MF Showroom durante la fashion week parigina – Antonio Grimaldi esplora il fascino dell'universo androgino, con uno sguardo all'arte di Anne Marie Zilberman autrice del dipinto Lacrime di Freyja, e l'altro allo charme algido di Tilda Swinton. Pulizia di linee tra tagli sbiechi, plissé, scollature scivolate sulla schiena e silhouette ben disegnata anche dal velluto, il tocco leggero di un decoro di piume di pavone "vanitose" quanto basta.

 width=
 width=
 width=







Lo sguardo di Montenapoleoneweb sul Mido 20178 accessori must per la primavera-estate 2017