• MW SUGGESTIONS •

Moschino x H&M: il fenomeno capsule collection

Data pubblicazione : 16/04/2018     
Autore : Silvia Cutuli


Il countdown è iniziato con il proposito di segnare il tempo rimanente fino all'8 novembre prossimo, quando una nuova e appassionante puntata della saga "capsule collection di grandi nomi vendute negli store del low-cost", farà il suo debutto. H&M chiama Moschino per siglare come consuetudine una fortunata collaborazione stilistica con il designer Jeremy Scott.

Un numero limitato di capi facilmente accostabili firmati dai Big del fashion system e non solo, e distribuiti nelle catene della moda democratica: questo il fenomeno spiegato in poche parole, perché poi a parlare è il mercato, più che mai attratto dal fenomeno delle collezioni capsula sin da quel 2004, quando Karl Lagerfeld disegnò una collezione di pochi pezzi distribuita negli store H&M. Già all'epoca il successo fu travolgente, e  fiutato l'affare, i grandi nomi si sono rincorsi per accaparrarsi un posto al sole in una fetta di mercato in cui i (buoni) propositi del marketing hanno realizzato la proficua liason "moda firmata" - "prezzi accessibili", trasferendo il potere anche emozionale di un pezzo griffato reso possibile e attrattivo per guardaroba di ogni ordine e grado.





A PROPOSITO DI: KARL LAGERFELDNEW YORK CITY ACCOGLIE IL PRIMO FLAGSHIPSTORE DI KARL LAGERFELD