• MW SUGGESTIONS •

La rivoluzione gentile dell'Emporio Armani

Data pubblicazione : 16/01/2017     
Autore : Silvia Cutuli


Nonostante le rivoluzioni che hanno investito il calendario della moda maschile milanese, rivisto dalle logiche del "see now buy now" come dall'accostamento delle linee uomo e donna in un unico show, la realtà circa il vestire maschile contemporaneo sembra avercela in pugno Giorgio Armani, che in occasione della sfilata della linea Emporio Armani chiarisce subito:"Dovremmo liberarci dall’idea che la moda maschile cambi ogni sei mesi. Preferisco piuttosto una moda maschile che duri, perchè corrisponde alla verità dei fatti. Mi piace inoltre lavorare su quel che l’uomo può o non può indossare. Non ho mai amato le stravaganze inutili, e questo vale oggi più che mai".
Classico con misura, destinato a durare e rassicurare lontano dalle logiche di un puro esibizionismo da passerella che è più per gli addetti ai lavori che non per l'uomo della porta accanto: questo è per lo stilista milanese, il senso della nuova collezione lasciata volutamente senza un tema portante o un titolo. Perchè a parlare ci pensa il conosciuto e riconosciuto lessico armaniano: completi sobri, decostruiti con mano gentile con un twist sportivo che imprime il carattere a giacche piccole – di velluto o jacquard quelle per la sera che possono benissimo sostituire lo smoking – e pantaloni "del nonno", al contrario ampi, in grado di disegnare una nuova silhouette maschile. Desiderabile e al passo con i tempi.





Salvatore Ferragamo Fall Winter 2017/2018ETRO Fall Winter 2017/2018