• MW SUGGESTIONS •

L’imbarco è al Gate N°5! Si parte con Chanel Airlines

Data pubblicazione : 08/12/2015     
Autore : Paola Luchetti



Sotto le volte del Grand Palais di Parigi, quest’anno il tema scelto dal celebre stilista tedesco Karl Lagerfeld per ambientare la sua sfilata S/S2016, dopo il finto casinò, il finto supermercato, è un finto aeroporto.
Gli inviti erano stampati su biglietti aerei e c’erano carrelli per le valigie, check-in, imbarchi, gate, tabelloni con orari, biglietteria, tutti firmati “Chanel Airlines”.
Le modelle camminavano in mezzo a bagagli, gente che si affrettava per non perdere il volo. Tra le finte turiste in partenza c’erano Vanessa Paradis con la figlia Lily-Rose Depp, la tennista Maria Sharapova e la cantante Petite Meller. Quest’anno Cara Delevingne non ha sfilato, ma era seduta in prima fila con il giovane nipote di Lagerfeld, Hudson Kroenig. Cara aveva annunciato il suo ritiro ad agosto e, pur essendo una delle modelle preferite da Lagerfeld, questa sembra la conferma della sua decisione.
Il geniale stilista 85enne che lavora per la Maison dal 1983 è stato in grado di evitare che Chanel restasse negli anni bloccata nella sua tradizione, rimanendo però sempre fedele al suo stile e con i suoi segni distintivi: il tweed e la lana, le giacche morbide senza colletto, i bottoni gioiello, le gonne svasate, fili di perle e gioielli portati come fossero bijotteria, le camelie bianche e il suo famosissimo logo. La nuova collezione è ricca di nuovi spunti: nuove borse, valigie da viaggio, lavorazioni articolate, stampe e bouclé variegati per i classici e intramontabili tailleur di Coco.Per questo storico e colossale marchio, bastano comunque le sue due C a rendere tutto desiderabile.