• MW SUGGESTIONS •

Il neo-romanticismo di Frida Giannini

Data pubblicazione : 22/07/2013     
Autore : Beatrice Spediacci


La classe ha un’attitudine decisa, una vena d’estro nella propria essenza e perché no, uno sguardo romatico oltre alle cose. Gucci questo lo sa, e porta in scena la più raffinata arte di un eclettico dualismo. Sportwear e formale muovono verso un’estetica inesplorata e sperimentale, che sceglie la pelle e il neoprene per t-shirt e blouson, intarsi in camoscio sul riding pant e il jersey-stretch per l’abito a tre pezzi. Trame floreali dominano la scena, interpretate con attitudine naturalistica e romantica, retaggio della tradizione di casa Gucci. Gli effetti tridimensionali del knitwear, ricreati con motivi decò a rilievo in lana e cotone, sono mixati a laser cut su dettagli di sapore artigianale. La t-shirt in seta stampata sostituisce la camicia e accompagna giacche destrutturate abbottonate con alamari e sneakers che sottraggono i preziosi pellami alle calzature tradizionali. Trame optical compaiono, declinate in mini dots presi in prestito dalla tradizionale cravatteria, sull’abito con giacca destrutturata e rounded revers sottile. Il doppiopetto si allinea ad una nuova esegesi dell’eleganza, giocando con volumi insoliti in una tensione dialettica tra formale e contemporaneo. Niente rinunce nelle danze di colore, che inscenano azzardati accostamenti tra i blu e i rossi, dal tiziano al carminio, tra il verde militare e il senape, senza rinunciare al total white e ai più discreti ton sur ton per i grigi e beige. La pelle opta invece per la gamma neutra dei sabbia , rinvigoriti da dettagli, intarsi materici e revers gialli e corallo.




Fendi spring/summer 2014Inequivocabile classe firmata Giorgio Armani