• MW SUGGESTIONS •

Be more with less

Data pubblicazione : 12/03/2018     
Autore : Silvia Cutuli


 width=
Stanche del solito vestito? Da più parti arrivano chiari messaggi di limitare i danni all'ambiente (l'industria della moda è la seconda più inquinante dopo quella del petrolio) riutilizzando più volte uno stesso abito senza creare nel fondo del guardaroba la classica pila di abiti dismessi troppo in fretta. E se Livia Firth,  paladina della moda green con all'attivo Eco-Age, si batte per un acquisto responsabile, suggerendo di comprare solo se si pensa di indossare almeno 30 volte, c'è chi come Susanna Gioia – anima creativa di Lemuria – punta sull'abito trasformabile che di certo non annoia mai.

“Questi abiti, nascono da una ricerca di funzionalità e multifunzione che è propria del nostro tempo, agli oggetti oggi si chiede molto, dispositivi multipli come i cellulari sono l’esempio perfetto. Diciamo che il tentativo che ho fatto è stato quello di applicare questo concetto all’abito, che in questo senso è multiuso, la trasformabilita’ è un esigenza tecnica per realizzare la multifunzione”.
Mai rischieremo così di spendere cifre record alla maniera di Rachel Adams, la fashion victims britannica, pronta ad investire cifre folli pur di non mostrarsi più volte con uno stesso outfit: “Nel nostro caso specifico, i moduli sono costruiti per esasperare questa proprietà e arrivano a contenere dalle cinque alle venti varianti in uno stesso abito” precisa la stilista.

Fatto sta che il riciclo creativo non è più un mistero, anzi - vedi la capsule collection firmata da Viktor & Rolf per Zalando e realizzata con scampoli di prodotti invenduti dall'e-tailer tedesco – Armatevi di ago e filo e ripensate i capi che non usate più o al contrario seguite il prezioso consiglio di Courtney Carver ideatrice del Minimalist Fashion Project 333 – Be more with less – che invita a stilare una lista degli indispensabili del guardaroba per coprire un arco di tempo di 3 mesi.  Non servono troppi abiti, secondo il suo studio ne basterebbero 33.





DRESS TO IMPRESS: CAPPELLO SI O NO?La Moda fuori la passerella: Chanel is a lifestyle!