• MW SUGGESTIONS •

LA CUCINA SOSTENIBILE DI CHIC RESPECT

Data pubblicazione : 27/10/2017     
Autore : Bruna Meloni



Charming Italian Chef
e' un’associazione tra le più interessanti del panorama gastronomico italiano. Non è un sindacato di categoria, non è il punto d’incontro di un gruppo che si autocertifica (come i Jeunes Restaurateurs), e, soprattutto, non è una lobby di settore.
Semplicemente, dal 2009, CHIC aggrega personaggi che operano nella ristorazione in ruoli diversi: tra i centoquattro iscritti ci sono chef patron, cuochi dipendenti, osti, pasticcieri, pizzaioli- gourmet. La spiegazione di questa aggregazione e' che l'associazione tende a valorizzare la cucina italiana come cultura gastronomica a tutto campo.

Una verticalità che non ha riscontri in Italia e che si basa sul concetto che ognuno di questi specialisti ha l’obiettivo di svolgere al meglio il proprio ruolo di “ambasciatore” dei nostri prodotti e della nostra cucina.

La filosofia di questa associazione implica anche crescita professionale, creatività, ricerca interpretativa ma va soprattutto sottolineato il ruolo portante che la sostenibilità - tema in parte ereditato da Expo 2015 - ha nel progetto CHIC; sostenibilità che si traduce in attenzione rispettosa per l’ambiente e le sue risorse e condivisione di tale visione della cucina con il cliente. Meritano una menzione le cene Chic, ossia incontri gastronomici per appassionati che si svolgono nella cucina di un resident-chef con uno o più cuochi associati per confrontarsi e stimolarsi a vicenda nella realizzazione di piatti che esprimano l’arte dell’incontro. Charming italian chef conta, come dicevamo, 104 soci e 101 ristoranti dei quali 93 sono in Italia e 8 all’estero, per un totale di 50 Stelle Michelin; una media indubbiamente molto elevata che lascia intuire con grande immediatezza l’alta professionalità degli associati.

Alessandro Gilmozzi: L'uovo delle Dolomiti: uovo su crema di piantaggine, betulla, betulla candita, lichene bianco, riduzione di porciini


L'ultima ed estremamente interessante iniziativa di questa dinamica associazione e' CHIC respect; il progetto si basa sulla formulazione di un Menu “Rispetto” consistente in 4 o più portate in cui la scelta delle materie prime è ponderata sulle ripercussioni che i cicli di produzione hanno sull’ambiente, sulle specie animali e vegetali e sull’uomo. In sintesi, intende sensibilizzare la filiera della ristorazione a un confronto serio non solo sull’attenzione e il rispetto per l’ambiente, ma anche su un utilizzo equilibrato e consapevole delle sue risorse e sulla riduzione degli sprechi alimentari.

Il progetto, almeno nella sua fase iniziale è orientato alla definizione di linee guida per un consumo sostenibile delle risorse naturali da attuarsi attraverso: l’acquisto etico e responsabile di materie prime, la riduzione e il riutilizzo degli scarti di lavorazione, l’utilizzo di risorse naturali rinnovabili, il rispetto delle tradizioni locali, la salute e l’approccio sostenibile alla nutrizione umana. I lavori sono ancora in corso ma gia' gran parte dei Soci hanno aderito con entusiasmo e, a breve, potremo trovare nei loro ristoranti il Menu “Rispetto”.

Ma chi sono i soci e dove trovarli? Dallo scorso anno l'Associazione pubblica la Guida Charming Italian Chef e, con buona probabilita', gia' nella prossima edizione verranno indicati gli chef che hanno aderito all'iniziativa.





CESARE CUCCHI: STORIA DI UNA PASTICCERIA MILANESEGOLOSARIA 2017