• MW SUGGESTIONS •

QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO

Data pubblicazione : 21/03/2016     
Autore : Silvia De Bernardi


"Una donna in una soffitta si confida con la sua migliore amica.
È appena tornata a casa dopo tanti anni.
Sembra felice.
Ripassa i suoi ricordi ad uno ad uno, canta, suona il pianoforte. 
Cerca la verità dentro a se stessa.
Di verità ce n´è una sola.
Ma per lei il mondo è un doppio
Dal quale non si scappa."

Uno spettacolo denso di contenuti psicologici e di rimandi letterari. Uno spettacolo dal sapore intenso, una visuale sul mondo femminile attraverso due personaggi dell´universo shakespeariano,lady Macbeth e Ofelia, donna piena di vigore e freddezza l´una, femmina intrisa di ingenuità e fragilità l´altra.

Due estremi per parlare di tutto ciò che sta nel mezzo, della vita di tutte le donne, dei loro rapporti con gli uomini, con le età di passaggio, col primo amore, con la prima volta, con la maternità, con il padre, con le sofferenze e con la spiritualità.
Una nota di modernità e di divertente leggerezza connota la rilettura dei personaggi teatrali classici: Ofelia impazzita non canta le sue lodi intrise di poesia, ma canta, accompagnandosi col pianoforte, canzonette della tradizione popolare
italiana. E gli stermini per la conquista del trono scozzese, vengono sostituiti da un incosciente quanto deprecabile omicidio di una nonna gettata dalle scale. 

Sul palco due attrici a rappresentare un´unica donna, dilaniata da una doppia personalità, la duplicità è il tema dominante dell´opera, e viene sviluppato su due piani drammaturgicamente importanti, quello della memoria e quello del dialogo interiore.
I movimenti, le frasi, i pensieri dell´unica protagonista, divisa in due cuori e due menti, si concretizza sul palco in due fisicità contrapposte, che paiono muoversi parallelamente, destinate a non incontrarsi mai.

"Quello che le donne non dicono", di Fabio Banfo, al Teatro Libero dal 21 al 26 marzo, con Monica Faggiani e Debora Mancini.

www.teatrolibero.it





Milano, alla XXI Triennale 40 Paesi e mostre in tutta la città.CONFRONTO STRAORDINARIO ALLA PINACOTECA DI BRERA