• MW SUGGESTIONS •

IL TEATRO PARENTI CON "UNA GIORNATA PARTICOLARE" PER SCOLA

Data pubblicazione : 31/01/2017     
Autore : Antonio Sarti


Quanto ci manca Ettore Scola! Poco più di un anno fa proprio su questa pagine ne piangevamo la scomparsa, ora a ricordarlo è il Teatro Franco Parenti, che porta sul palcoscenico uno dei suoi soggetti più belli e apprezzati dal pubblico: “Una giornata particolare”, quello che da molti fu definito come «Il film perfetto del cinema italiano», vincitore di un Golden Globe e arrivato a un passo dal premio Oscar nel 1978.
Quello che in pochi sanno è che il film per eccellenza di Scola, il successo cinematografico che tutti vanno a rivedere e che esce in ogni cinefila conversazione sul grande regista campano, in realtà fu partorito come testo teatrale prima di finire impresso su pellicola. Saranno così due attori consumati come Giulio Scarpati e Valeria Solarino a prendere il posto che fu della Loren e di Mastroianni, con l’aiuto di un’ospite d’eccezione: Gigliola Fantoni, moglie del compianto Scola, che ha riadattato per il teatro i celebri dialoghi del lungometraggio.
La storia è ben nota, ma ricordarla non ci dispiace: è l’incontro tra due personalità opposte ma così inconsciamente assai legate, la solitudine di due “numeri primi”, citando un celebre romanzo contemporaneo, entrambi alle prese con una quotidianità opprimente.
Giulio Scarpati interpreta Gabriele, un annunciatore ormai rimosso dall’incarico la cui omosessualità conclamata lo condurrà a breve al confino; Valeria Solarino è Antonietta, una donna di nome ma non di fatto, schiacciata suo malgrado tra le forche caudine dell’obbedienza al marito e al regime fascista.
L’incontro, apparentemente innocuo e superficiale tra i due, nel giro di breve tempo finirà per cambiare totalmente la spenta e vacua esistenza dei due protagonisti, alla ricerca di un’occasione per cambiare le carte sul tavolo della vita. L’episodio avviene in un giorno simbolico, quel 6 Maggio 1938 in cui Hitler giunge in visita di Stato a Roma: paradossalmente i due protagonisti interpretano tutto ciò che di più lontano c’è dal fascismo e al tempo stesso l’essenza vera di patria e famiglia che il regime faceva sua bandiera.
Al Teatro Parenti sarà senz’altro “Una giornata particolare”, con la certezza che il capolavoro di Scola farà sobbalzare dalle poltrone anche il più esperto conoscitore del grande Ettore.

Una giornata particolare
Al Teatro Franco Parenti, dal 31 Gennaio al 5 Febbraio.
Regia di Nora Venturini, con Giulio Scarpati e Valeria Solarino





BOOK REVIEW: NESSUNO COME NOILA LA LAND, IL MUSICAL FUNZIONA ANCORA E PROVA A FAR SALTARE IL BANCO