• MW SUGGESTIONS •

AL TEATRO LIBERO ARTE E BELLEZZA RACCONTATE DA ACCORDINO

Data pubblicazione : 01/02/2016     
Autore : Antonio Sarti


Al Teatro Libero torna in scena Corrado Accordino, apprezzatissimo regista autore di molte messe in scena di  capolavori della letteratura, tra cui opere di Dostoevskij, Camus e Shakespeare.

Sul palco, a partire da Martedì 2 Febbraio, “Così tanta bellezza”: terzo atto di un percorso narrativo che le sapienti mani di Accordino hanno ideato, modellato e prodotto per provare a spiegare i temi che ruotano intorno a un mondo, quello dell’arte,  per definizione lontano da una spiegazione oggettiva condivisibile da tutti.
Se con “Mozart” (2013) il centro dell’attenzione era stato il tormentato rapporto del celebre musicista con la propria interiorità, con i sentimenti e il padre, affrontando i temi dell’amore e della rivoluzione, in “D’Artagnan” (2014) il focus era centrato sugli ideali di gruppo e sul coraggio che muove i moschettieri del famoso romanzo di Dumas; “Così tanta bellezza” si pone in continuità con questi due successi di Accordino, creando un fil rouge  che attraversa l’arte in profondità e cerca di scoprirne ogni aspetto nascosto.

Lo spettacolo affronta e prova a spiegare la bellezza, ideale complicato, dalle mille sfumature ma al tempo stesso così immediato, portatore di pace e tranquillità nell’animo di chi, fortunato lui, ha l’occasione di contemplarla nella sua forma più pura. L’arte ha offerto nel corso dei secoli esempi mirabili di bellezza, raffinata fino all’estremo oppure semplice, ma sempre così pura e candida: questo è ciò che Corrado Accordino cerca di indagare, ovvero «La bellezza accecante e devastatrice che anima la vita. La bellezza che non ti aspettavi […]» ma che invece proprio di fronte all’arte si manifesta inconsciamente più attesa che mai.

“Così tanta bellezza” di e con Corrado Accordino, una produzione La Danza Immobile/Teatro Binario 7. Al teatro Libero dal 2 al 14 Febbraio.

www.teatrolibero.it





UNO SGUARDO DAL PONTE AL TEATRO CARCANO GREASE AL TEATRO DELLA LUNA