• MW SUGGESTIONS •

ALAN BENNETT, LA SOVRANA LETTRICE

Data pubblicazione : 26/09/2017     
Autore : Alice Civai



Quello che vi proponiamo oggi non è una novità editoriale, non è il caso editoriale del momento, né una riedizione di un testo scritto decenni fa e a lungo dimenticato, quello di cui parliamo oggi è di un libro che parla della bellezza e del fascino della lettura con un piglio ironico e sagace e lo fa tenendosi distante dalla saggistica e restando pienamente addentro alla più viva e interessante narrativa contemporanea. Oggi vi parliamo di un libro da recuperare, da leggere una volta nella vita.

LA SOVRANA LETTRICE è un racconto scritto da Alan Bennett, commediografo inglese, grande maestro del comico e del teatro contemporaneo, pubblicato per la prima volta in Italia da Adelphi nel 2007.

La storia ci accompagna nella vita quotidiana, pubblica e privata della regina d'Inghilterra, dopo che per puro caso ha scoperto l'esistenza, il fascino e la bellezza dei libri e della lettura. Una scoperta semplice ma dalle conseguenze incalcolabili: da che la regina ha iniziato a leggere non riesce più a farne a meno, causando notevoli ripercussioni che interessano tutti, ma proprio tutti: il suo enturage, la famiglia, i servizi di sicurezza, i sudditi, i politici, i capi di stato e i ministri.

Alan Bennett firma un'opera geniale, con un ritmo costante e crescente, ci rapisce completamente con calcolata discrezione e ci tiene col fiato sospeso fino all'ultima pagina, anzi all'ultima riga, dove premia il lettore chiudendo con un sopraffino colpo di scena.
Il libro non è solo una storia, è un modo per raccontare, esemplificando, quanto la lettura può essere potente, coinvolgente, interessante e quanto possa cambiare un'intera esistenza. C'è chi scopre il fascino dei libri sin da bambino e chi, come la regina, da adulto, riuscendo così a codificare una nuova chiave di lettura per l'intera propria esistenza.

In meno di cento pagine “La sovrana lettrice” ci sorprende e ci fa riflettere, restituendo l'importanza dovuta ai libri e alla lettura il tutto facendoci ridere di vero gusto.
Consigliato a chi di leggere non può farne a meno come la regina Elisabetta II dopo l'incontro e a chi invece vorrebbe ricominciare a farlo prendendo magari spunto proprio dalla regale vicenda.

“Riaccese la luce, prese il taccuino e annotò: «Non si mette la vita nei libri. La si trova». Poi si addormentò.”

Alan Bennett, La sovrana lettrice, Adelphi, 2007







DA MILANO A MARTE - LA NUOVA VITA DEL TELESCOPIO MERZ-REPSOLDENJOY. L'arte incontra il divertimento