• MW SUGGESTIONS •

La responsabilita' della storia va in scena al Teatro Parenti

Data pubblicazione : 11/03/2014     
Autore : Silvia De Bernardi


Il Passato acquista lo spessore di una vera memoria storica per  rendere  il presente decifrabile e più facilmente attraversabile in questa polifonia drammaturgica scritta da Luciano Colavero e Federico Olivetti per  l’unica voce di Antonio Tintis.
“Sono soltanto animali”, un titolo preso in prestito da una frase di Theodor Adorno, per un’opera che vuole trasformare il vissuto storico in uno strumento di orientamento concreto per agire nel presente.
Frammenti di sei diverse voci prendono vita sul palco nell’unico corpo che si muove sulla scena, a suggerire la distanza, ma anche l’inevitabile prossimità tra presente e passato.
L’apparente semplicità di un palcoscenico diviso in due, tra il Mondo di Oggi spazio vuoto, da vivere e da decidere e il Mondo di Ieri, colmo di elementi scenici, scheletri sopravvissuti alla storia,pronti a farsi maestri per elaborare risposte alle domande che ogni giorno la realtà pone. E una trama  invisibile di percorsi, storie ed emozioni ricostruite attraverso diari, testimonianze e processi di persone sopravvissute all’Olocausto, e splendidamente indagati dalla presenza scenica di Antonio Tintis.
Gli errori della storia vanno guardati, perche´ l’uomo possa assumersi la responsabilità delle proprie azioni e provare a  costruirsi  un futuro migliore.
AL TEATRO PARENTI, DALL’11 AL 19 MARZO





Ulisse incanta i bambini al Piccolo TeatroPornografia e misteri del desiderio