• MW SUGGESTIONS •

Grandi assassine al Teatro Libero

Data pubblicazione : 14/10/2014     
Autore : Silvia De Bernardi


Un gioco del Teatro nel Teatro, dove la Donna, l’Attrice e l’Assassina si fondono, regalando emozioni e momenti di profonda riflessione, sempre pericolosamente in bilico sulla linea che separa la realtà dalla finzione, il lecito dall’illecito, il sogno dall’incubo.
Cinque attrici sul palco di un teatro stanno facendo le prove di uno spettacolo in cui interpretano cinque terribili assassine, dai profili complessi e disegnati con scrupolosa attenzione, tutte protagoniste di storie crudeli, tutte artefici di mali inflitti agli altri con consapevole follia. Improvvisamente sparito il regista, le  donne restano sole e, quasi indifese non riescono a demarcare il confine tra attrice ed assassina interpretata, come se una forza buia le inghiottisse, come se un vortice misterioso e malefico riuscisse a confonderne le menti e ad annebbiare i cuori.
Un lavoro ben costruito, che si muove su più piani temporali ,supportato da una scenografia scarna ma efficace, sempre in alternanza tra presente e passato, tra colpi di scena, momenti di brivido e pause divertenti.
Sul palco ecco quindi il Male raccontato nella sua pericolosa banalità, Male che cresce, penetra e si rafforza tra le persone comuni, fino ad appannarne le menti e a condurle oltre il limite dell’etica.
Un testo di Tobia Rossi, per la regia di Manuel Renga, con Monica Faggiani, Paola Giacometti, Elena Ferrari, Silvia Soncini e Chiara Anicito.
Al Teatro Libero dal 14 al 21 ottobre 2014.





SEGANTINI: Dal realismo al simbolismoLa Pittura Inquieta di Rodolfo Arico' alle Gallerie d'Italia