• MW SUGGESTIONS •

CINEMA E ARTE SI INCONTRANO AL "CINEFORUM DEL CIRCOLO"

Data pubblicazione : 18/04/2016     
Autore : Antonio Sarti



Non una rassegna sull’arte, masui suoi creatori, di cui il cinema ha raccontato le vite private e pubbliche, il travaglio intellettuale, persino l’atto creativo nel suo farsi.
La scelta degli organizzatori è caduta su lungometraggi che potessero rappresentare in qualche modo una tipologia d’arte diversa per ognuno dei cinque appuntamenti che il circolo propone dal 18 Aprile al 23 Maggio.

Si parte proprio lunedì 18 aprile con “Che strano chiamarsi Federico”, ultimo film del compianto Ettore Scola che racchiude la storia di un personaggio eclettico come Federico Fellini. L’opera, realizzata in collaborazione con le due figlie del regista, è incentrato e tratto da ricordi personali e intimi dello stesso Scola e narra i primi passi del Fellini regista, nonché la sua esperienza a Roma come vignettista nella redazione del Marc’Aurelio, giornale satirico romano per il quale anche Scola lavorò, e proprio grazie a ciò ha potuto ricostruire un ritratto molto fedele all’originale di quella redazione.

Lunedì 2 Maggio sarà la volta di “Amadeus”, di Milos Forman: si tratta di una frizzante opera sulla nota rivalità tra musicisti, con Wolfgang Amadeus Mozart e Antonio Salieri al centro della scena.
La vicenda racconta del desiderio del compositore veronese Salieri di eliminare il più bravo rivale austriaco, dopo aver compreso che la propria musica di fronte a quella di Mozart è destinata a essere dimenticata: mette quindi in atto un piano diabolico, commissionando in incognito al musicista un requiem, provocarne la morte e far suonare al funerale quella sinfonia attribuendosene la paternità. Purtroppo qualcosa non andò come nei suoi piani.

Lunedì 9 Maggio sarà proiettato “Lola Montes” di Max Ophus, sulla figura della celebre danzatrice, interprete della propria vita in uno spettacolo circense. Il film, che vede Martin Carol nei panni della protagonista, fu l’ultimo realizzato da Ophus prima della morte e fu caratterizzato da forti contrasti con la produzione su alcune scelte artistiche.
Anche un film molto recente come “Il giovane favoloso” di Mario Martone sarà protagonista di questa rassegna: sarà possibile assistere alla proiezione Lunedì 16 Maggio. Il giovane favoloso altri non è che Giacomo Leopardi, nella magistrale interpretazione di Elio Germano, una panoramica ben fatta sulla breve vita di uno degli esponenti di maggior rilievo di tutta la letteratura italiana: dal difficile rapporto con il padre ai capolavori che lo resero celebre ovunque, Martone ne ripercorre tutte le tappe, dalla natia Recanati fino a Napoli dove si spegnerà.

Infine il 23 Maggio si chiude con “Il mistero Picasso”, di Henri-Georges Clouzot, film-documentario del 1956 che vede la straordinaria partecipazione, nei propri panni, di Pablo Picasso e Claude Renoir. Il lungometraggio fu premiato con il riconoscimento speciale della giuria al Festival di Cannes dello stesso anno.

Tutte le proiezioni si svolgono presso il "Cineforum del Circolo", Viale Monza 140 – Milano (MM1 Turro).
www.cineforumdelcircolo.it





BERTOLD BRECHT E L´OPERA DA TRE SOLDI, IN SCENA LA PRODUZIONE DI PUNTA PER LA STAGIONE DEL “PICCOLO”AL “MIC - MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA” UNA RASSEGNA SULLA RESISTENZA