• MW SUGGESTIONS •

L'ARTE DEL LIBRO

Data pubblicazione : 27/03/2017     
Autore : Alice Civai


Maestosi codici miniati medievali, opere a stampa cinquecentesche adornate da mirabili incisioni, libri scientifici in cui le illustrazioni avevano un ruolo dominante, le applicazioni delle avanguardie ad inizio Novecento in ambito editoriale: le grandi arti della scrittura, del disegno e della grafica si sono spesso congiunte nell’arco dei secoli, dando vita a fertili opere dalla bellezza stupefacente.

La mostra L’ARTE DEL LIBRO, allestita presso la Biblioteca Nazionale Braidense dal 14 marzo al 15 aprile, celebra l’opera dell’artista Alina Kalczyńska, che, a partire dagli anni Ottanta, si dedica alla creazione di veri e propri “libri d’artista” in cui crea un perfetto connubio tra parola scritta e arte contemporanea.

Immersi nel silenzio della splendida e suggestiva cornice della Biblioteca Braidense si possono dunque ammirare 50 libri, realizzati dal 1979 al 2015 da Alina Kalczyńska, la metà dei quali pubblicati nelle edizioni di Vanni Scheiwiller, straordinario editore d’arte e poesia, compagno di Kalczyńska, fino alla sua scomparsa nel 1999. I libri sono accompagnati in mostra da cinque xilografie create negli anni ’70-’80 e da cinque acquerelli recenti.

L’artista si muove delicatamente tra le parole degli scrittori associando ad esse acquerelli, collage, stampe e intagli che creano uno studiato equilibrio tra pieni e vuoti, in cui la luce e le sfumature di colore giocano un ruolo fondamentale nella definizione di unicità delle opere.
Vediamo così i delicati passaggi cromatici degli acquerelli unirsi a preziosi giochi di intagli che creano stupendi e inaspettati effetti di luce su fogli di carta - sovente tirata a mano - in cui sono impresse poesie e storie altrettanto uniche. Il risultato sono capolavori editoriali di rara eleganza e ricercatezza, in cui le sensazioni evocate dalla parola scritta sono rafforzate e completate dal segno grafico.

La carriera artistica di Alina Kalczyńska è costellata di prestigiose collaborazioni, ben esemplificate dai nomi che vediamo affiancati al suo nel percorso espositivo: i premi Nobel Miłosz, Szymborska, Heaney; gli eccentrici R. Alberti, J. Guillen, Ezra Pound; alcuni tra i maggiori scrittori ed artisti del Novecento italiano come De Chirico, Montale, Sbarbaro, Sereni, Merini.

Tra le varie opere e i grandi nomi spiccano inoltre dei capolavori che si connettono direttamente alla vita privata dell’artista: è il caso di Sessanta sigilli (1994), esemplare unico creato in occasione dei sessant’anni di Vanni Scheiwiller dipinto e scritto con calligrafie e sigilli cinesi, stampati a mano dall’artista, in cui si parla di vita, delle sue gioie, dell’amore e del nostro passaggio su questa terra.

Alina Kalczyńska unisce alla potenza delle parole l’immediatezza di forme e colori, in un trionfo di emozioni che soddisfano occhio e mente allo stesso tempo; in un mondo così frenetico la mostra L’ARTE DEL LIBRO crea una parentesi di grazia, tranquillità ed eleganza, di cui tutti dovrebbero godere.







IL BUGIARDO, AL TEATRO CARCANO SULLE TRACCE DI GOLDONIROAD MOVIE, IL RITORNO ALL'ELFO DI UN SUCCESSO ANNUNCIATO