• MW SUGGESTIONS •

Hokusai, Hiroshige, Utamaro.

Data pubblicazione : 10/10/2016     
Autore : Bruna Meloni


Attraverso 200 silografie policrome e libri illustrati provenienti dalla prestigiosa collezione del Honolulu Museum of Art, la Mostra propone un viaggio nel mondo artistico e umano dei tre maestri, che ancora oggi, come nei secoli precedenti, hanno influenzato scuole e artisti del Giappone e dell’Europa. Hokusai, Hiroshige, Utamaro.


Luoghi e volti del Giappone che ha conquistato l’Occidente, questo il titolo della mostra a Palazzo Reale curata dalla professoressa Rossella Menegazzo, docente di Storia dell’Arte dell’Asia Orientale dell’Università degli Studi di Milano. L’esposizione, che si inserisce all’interno delle celebrazioni del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, ricostruisce attraverso autentici capolavori, l’immaginario di questi tre maestri che contrapposero all’etica del samurai il godimento del singolo momento, il piacere, il divertimento in ogni sua forma.
Gli uomini e gli animali, gli umili testimoni dell´esistenza quotidiana, la leggenda e la storia, le solennità mondane e i mestieri, tutti i paesaggi, il mare, la montagna, la foresta, il temporale, le tiepide piogge delle primavere solitarie, l´alacre  vento agli angoli delle strade, la tramontana sull´aperta campagna, i volti delicati delle donne.

 
Tutto questo, più il mondo dei sogni e il mondo del meraviglioso, sono i soggetti prediletti dei tre artisti per eccellenza del “Mondo Fluttuante” (l’ukiyoe): Katsushika Hokusai (1760-1849), Utagawa Hiroshige (1797-1858) e Kitagawa Utamaro (1753-1806). Tante furono le scuole e gli artisti che si specializzarono in questi temi, tuttavia i tre artisti in mostra sono i maestri che ancora oggi rimangono punti di riferimento indiscussi.
La mostra, estremamente raffinata, m e t t e in luce da una parte le peculiarità tecniche, l’abilità e l’eccentricità dei singoli artisti, dall’altra il mercato dell’immagine dell’epoca che richiedeva di trattare soggetti precisi, luoghi e volti ben noti al pubblico, temi e personaggi alla moda. Una domanda intorno alla quale crescevano inevitabilmente rivalità, prima ancora che tra gli stessi artisti, tra gli editori che producevano le opere e si contendevano i migliori pittori, incisori e stampatori per dar vita a serie di stampe sempre diverse, verticali, orizzontali, in forma di ventaglio, in formato di libro per soddisfare un mercato dell’editoria sempre più esigente e ampio.


Il percorso espositivo è suddiviso in cinque sezioni tematiche: Paesaggi e luoghi celebri: Hokusai e Hiroshige; Tradizione letteraria e vedute celebri: Hokusai; Rivali di “natura”: Hokusai e Hiroshige; Utamaro: bellezza e sensualità; I Manga: Hokusai insegna. Il pubblico della mostra potrà vivere una duplice esperienza: da un lato provare la stessa meraviglia che provarono davanti alla freschezza e semplicità di forme e colori artisti come Monet, Van Gogh, Degas, Toulouse‐Lautrec e che contribuì a cambiare e rivoluzionare il linguaggio pittorico della Parigi di fine Ottocento; dall’altro conoscere le peculiarità tecniche, l’abilità e l’eccentricità dei singoli artisti.
A corredo della mostra un bellissimo catalogo edito da Skira.





DORMO POCO, SOGNO TANTORE LEAR AL TEATRO PARENTI