• MW SUGGESTIONS •

BRUNO MUNARI - THE GAME IS ON!

Data pubblicazione : 11/12/2017     
Autore : Alice Civai


Bruno Munari (Milano 1907-1998), personaggio poliedrico, artista e scrittore, ha dato un contributo e un insegnamento fondamentali al design in Italia e nel mondo, giocando inoltre un ruolo di primaria importanza nel rinnovamento della cultura visiva e materiale del XX secolo a livello internazionale. Con le sue opere Munari è stato in grado di unire la scultura e l’industrial design, la pittura e il cinema, l’animazione e l’attività editoriale, la grafica e la didattica portando in primo piano la libertà creativa dell’infanzia, l’utilizzo dell’ironia e della fantasia, divenendo così punto di riferimento intramontabile anche per le nuove generazioni.

Presso la MAAB Gallery (via Nerino, 3) fino al 21 dicembre, si ha la grande occasione di poter ripercorrere la ricerca e la sperimentazione di Bruno Munari attraverso l’esposizione THE GAME IS ON! curata da Gianluca Ranzi.

In mostra sono presenti diverse opere, dalle tempere create tra gli anni Cinquanta e Settanta (“Composizioni”) che rivestono di delicata ironia le forme tipiche delle Avanguardie Storiche come De Stijl e Suprematismo, alle “Macchine Inutili” con cui Munari rese aerea la scultura, fino a giungere alle “Sculture da Viaggio”, opere che si piegano e si ripongono, che cambiano il loro aspetto ogni volta che una nuova persona interagisce con loro aprendole.

In ogni lavoro creato dall’artista la partecipazione del fruitore è fondamentale, il costante cambiamento e la percezione personale sono i cardini del suo modo di intendere il mondo e vengono esplicati attraverso la creazione di opere dalla mutevole lettura: se è vero infatti che le “Sculture da Viaggio” si basano sull’interazione con chi le apre e che le “Macchine Inutili” moltiplicano i punti di vista della scultura invitando l’osservatore ad una visione mobile, è altrettanto vero che anche nelle tele la nostra partecipazione è fondamentale. I “Negativi-Positivi” possono essere intesi come la trasposizione pittorica delle “Macchine Inutili” e con “Curva di Peano” l’osservatore è chiamato a decidere quale forma scegliere come fondamentale, eliminando così la fruizione passiva.

“The Game Is On!” più che una semplice esposizione di opere è una vera e propria immersione nella filosofia e nell’incredibile mondo di Bruno Munari, una stupefacente scoperta e affermazione dell’importanza della molteplicità dei punti di vista, valida per i lavori presentati come per la vita in genere.

Far entrare nel nostro quotidiano una significativa dose di fantasia, ironia e dinamicità non può che farci bene e in questo ci può decisamente aiutare, ancora una volta, Bruno Munari.







UNA FESTA ESAGERATA...! AL TEATRO MANZONI CON VINCENZO SALEMMERANOCCHIO SALVA TOKYO - HARUKI MURAKAMI