• MW SUGGESTIONS •

BAD SKIN MOMENTS

Data pubblicazione : 04/09/2017     
Autore : Paola Luchetti


Il fenomeno della pelle sensibile, per niente marginale, è un fenomeno universale e ciclico che interessa molte donne nel mondo. Nei momenti di sensibilità, si consoliderebbe uno stato di crisi infiammatoria della pelle e l’invecchiamento avanzerebbe silenzioso.

I modi di vita cambiano: la pelle, in prima linea, è sottoposta a varie tipologie di aggressione che reagisce inviando dei segnali di disagio che le donne percepiscono, ma che il più delle volte sono invisibili a occhio nudo. Per indicare i picchi di sensibilità, le donne parlano di sensazione di prurito, di pelle che tira, di sensazioni di calore, di secchezza e a volte di arrossamenti.
Il fenomeno è ben lungi dall’essere marginale, in quanto il numero di donne interessate è in costante aumento.
Davanti a questo nuovo fenomeno in piena espansione, un comitato internazionale di esperti costituito da dermatologi, biologi, e psicologi, si è riunito nel 2016 e ha ridefinito la pelle sensibile come una condizione particolare, caratterizzata dalla comparsa di sensazioni sgradevoli a livello cutaneo. Ciò significa dunque che oggi la pelle sensibile non è più una fatalità.

Il mondo cambia e la pelle non è più come prima. Nella frammentazione del modo di vivere odierno, ogni giorno è diverso dall’altro e la pelle reagisce in modo differente. Talvolta possono comparire sensazioni di disagio i “Bad Skin Moments” o picchi di sensibilità, che percepiamo senza necessariamente vederli, e che sono la conseguenza della vita moderna. I « Bad skin moments » non sono una fatalità ma sono legati a una questione temporale che si manifesta per qualche giorno o per alcune settimane e possono verificarsi più volte nell’anno. In altri termini, non sono uno stato di fatto della pelle ma un fenomeno talvolta ciclico che interessa tutte le donne, a prescindere dall’età, dal tipo o dal colore di pelle. Non sempre visibili, i « Bad skin moments » possono avere conseguenze sulla pelle in quanto possono renderla più fragile e indurre fenomeni di stress ossidativo che contribuirebbero all’invecchiamento prematuro della pelle.

Le cause sono molteplici:

- possono essere esterne: indotte da variazioni di temperatura, caldo, freddo, climatizzazione, inquinamento, raggi UV, qualità dell’acqua o persino applicazione di prodotti cosmetici non adatti.
- possono anche essere interne: in tal caso sono conseguenti a stress, fatica, o abitudini alimentari.
Una cosa è certa : molte donne sono interessate dalla crono-sensibilità.

Grazie alla sua arte nella formulazione, LANCÔME fornisce ancora una volta una risposta competente e audace a questa nuova problematica dei picchi di sensibilità: ADVANCED GÉNIFIQUE SENSITIVE. Un doppio concentrato che offre tutto il potere dell’Attivatore di giovinezza iconico Advanced Génifique, arricchito con una nuova frazione di probiotico dalle riconosciute proprietà lenitive, associato a una fiala blu, contenente attivi antiossidanti di elevata purezza. Un Advanced Génifique altamente potenziato, attivato al momento e in un attimo, semplicemente premendo sulla pipetta e lasciando scendere il liquido blu, mescolato ad un siero Attivatore di Giovinezza potenziato.  Il trattamento, che va da un mese a due, in base a quante volte viene usato al giorno, regalerà una pelle lenita che avrà ritrovato lo splendore della giovinezza.

La sua formula è adatta a tutti i tipi di pelle, la texture fresca e avvolgente di Advanced Génifique Sensitive libera immediatamente tutti i suoi benefici e la forza dei suoi attivi. Delicata, lascia in superficie una sensazione di seta e di grande confort, di sollievo e di pienezza.

Audacia e universalità sono da sempre due caratteristiche di Lancome, la cui costante preoccupazione è di accompagnare tutte le donne nella loro ricerca di benessere e bellezza.





OGGI VIENE SVELATA IN ANTEPRIMA LA CAMPAGNA DELLA NUOVA FRAGRANZA GABRIELLE CHANELMAKEUP YSL BEAUTE' ALLA 74° MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA