fbpx

“Io, Vincent Van Gogh” lo spettacolo di Corrado d’Elia al Teatro Leonardo

“La normalità è una strada lastricata. E’ comoda per camminare, ma non vi cresce nessun fiore.” Vincent Van Gogh

Un vero viaggio emotivo sul palco del Teatro Leonardo, un viaggio che il genio di Van Gogh dipinge direttamente nelle vostre anime, attraverso la pièce portata in scena da uno strepitoso Corrado d’Elia. Montenapoleoneweb ha assistito per voi al debutto dello spettacolo che sarà in scena fino al 19 maggio, al Teatro Leonardo.

foto di Paolo Carlini

Se è vero che i quadri di Van Gogh si distinguono per l’anima che gronda insieme al colore, è pur vero che portare tale intensità di emozioni sul palco di un teatro non era impresa facile o scontata. Corrado d’Elia ci riesce alla perfezione, in una regia che oserei definire simbolica nella sua essenzialità, e quasi sospesa nella sua particolarità. Sul palco sembrano materializzarsi i movimenti dell’anima, i battiti del cuore, i meccanismi della mente.

Vincent Van Gogh nei suoi quadri non descrive, ma interpreta, ricercando la sua verità, e questa perfetta macchina scenica riesce a restituire proprio lo stesso sapore dell’interpretazione. Così mentre Van Gogh porta il flusso emotivo su tela, l’abilità del regista lo trasporta per noi sul palco. La sua vita, le sue emozioni, gli anni di Parigi, il manicomio, i rapporti con il padre, l’amicizia travagliata con l’artista Gaugin, e in ultimo il grande mistero che ancora avvolge la sua morte, trovano magicamente il loro posto nella materializzazione emotiva che avviene sul palco. Una materializzazione condivisa col pubblico in sala, perché c’è qualcosa in Van Gogh che tocca una corda universale, che coinvolge tutti.

Foto di Paolo Carlini

I suoi quadri sono dentro di noi, li conosciamo perfettamente, fanno parte del nostro patrimonio genetico. Non importa in fondo sapere se Van Gogh fosse davvero pazzo, ciò che conta è che i suoi quadri, i suoi disegni e soprattutto i suoi colori, ancora oggi continuano ad emozionarci, e a raccontarci la sua grande, incompresa umanità.

Da queste variegate e profonde sensazioni ha preso vita questo ultimo lavoro di Corrado d’Elia e della sua compagnia, definito da lui stesso “un nuovo album”. Vi consigliamo vivamente di non perderlo, perché ancora una volta: “…è sempre il cuore quello che ci colpisce, come l’emozione ciò che inseguiamo ogni volta con i nostri racconti. Sarà proprio questo dunque che andremo a raccontare”.

Un’emozione da vivere quindi, fino al 19 maggio “Io, Vincent Van Gogh”, al Teatro Leonardo, via Ampere 1 Milano, progetto e regia di Corrado d’Elia, scene e grafiche di Chiara Salvucci, assistenza alla regia di Sabrina De Vita.

info e prenotazioni: 02.86454545 – biglietteria@mtmteatro.it

-Silvia De Bernardi-

Redazione Montenapoleoneweb

Montenapoleone Web è un progetto editoriale digitale che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento autorevole nel campo del fashion, del design e del life-style. E’ la voce ufficiale di quello che accade nel quadrilatero della moda più famoso al mondo e in generale in tutta Milano. Infine è anche un luogo di interazione per chi è appassionato dei nuovi trend e vuole confrontarsi con i protagonisti di questo settore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.