• MW SUGGESTIONS •

Wattens: la valle dei cristalli

Data pubblicazione : 11/07/2017     
Autore : Franca D. Scotti


A breve distanza dalle case medievali di Hall, una delle cittadine austriache dal fascino intatto, si aprono i famosi Mondi di Cristallo Swarovski con le loro creazioni  luminose.
Si assaporano così, in pochi chilometri, il fascino del passato e  tutte le piacevolezze del presente, natura e cultura, tradizione e modernità, atmosfera urbana e tranquillità rurale in una serie di  contrasti eccitanti.

Da una parte l’antica Zecca di Hall con la Torre, dall’altra  i  Mondi di Cristallo Swarovski  a Wattens, la seconda struttura museale più visitata di tutta l’Austria.
Omaggio al geniale creatore della dinastia, Daniel Swarovski, inventore di uno speciale taglio dei cristalli, che conferisce incredibile lucentezza, e anche omaggio alla perenne creatività  dell’azienda, supportata da grandi firme di artisti.

L'ingresso è scavato in una collina dal volto umano, un enorme gigante i cui occhi sono due lucenti  cristalli, mentre  dalla bocca esce una fragorosa cascata.
Da qui inizia un percorso tra le  Camere delle Meraviglie, arricchite dalle opere di Salvador Dalì, Pablo Picasso, Brian Eno, Keith Haring, e molti altri ancora.
Un Duomo interamente di cristallo, un bizzarro teatro meccanico Mechanical Theatre, la  suggestiva Sala blu,  paesaggi immaginari ricchi di tesori segreti: vere e proprie opere d’arte create con i cristalli da artisti di fama internazionale.

La magia continua poi nel giardino: un’area di 7,5 ettari con un vero e proprio gioiello, la Nuvola di Cristallo. Progettata dalla coppia di artisti franco-americani CAO PERROT (Andy Cao e Xavier Perrot) è un ipnotico capolavoro mistico, grande 1.400 metri quadri e costituito da oltre 800.000 cristalli Swarovski inseriti a mano, che fluttua su una nera vasca a specchio.
La Nuvola apre le porte a un vero e proprio percorso di vedute cristalline tra arte e architettura, da scoprire con i binocoli Swarovski Optik: la tecnologia e l’innovazione al servizio dell’arte, per immergersi e scoprire da una prospettiva diversa i dettagli più nascosti del giardino. Opere per grandi e per piccoli, spesso interattive, che spingono alla creatività, come  il Pianoforte della natura, di Alois Schild, un grande strumento sonoro che ricorda la musicalità della natura, oppure invitano a  scoprire qualche segreto inaspettato,  come il labirinto a forma di mano.

E per un gustoso spuntino o un pranzo con piatti della tradizione tirolese, il Daniels Kristallwelten Café & Restaurant è il rifugio ideale.
Tutto è  immerso in  uno scenario di grande respiro: abeti, larici, ippocastani, prati verdissimi, montagne sullo sfondo, aria pura.

La regione di Hall Wattens  sembra trasmettere energia e insieme serenità.
A due passi dal confine del Brennero e a 10 km da Innsbruck, il massiccio del Karwendel, riserva di caccia dell’imperatore Massimiliano, è tutt’oggi un gioiello poco conosciuto.
Un paesaggio straordinario, meta di una delle famose escursioni Nature Watch: itinerari guidati in mezzo alla natura con i cannocchiali di precisione Swarovski Optik per ammirare da vicino e nei più piccoli dettagli, animali, fiori e formazioni geologiche.










UN TRANQUILLO WEEKEND DI ADRENALINA: LA ZIPLINELisbona: dove l'estate non finisce mai