• MW SUGGESTIONS •

Vela e ritmi di calypso nel sole delle British Vergin islands

Data pubblicazione : 24/03/2014     
Autore : Franca D. Scotti


Grotte silenziose, porticcioli sicuri,  resort e ville di lusso. E poi acque cristalline, spiagge bianchissime, il dolce ritmo dell’oceano. E i sentieri con le piantagioni indigene e i parchi naturali protetti, santuari di spettacolare bellezza.
Tutti gli ingredienti per  una vacanza da sogno, che ci offrono le British Vergin Islands, un arcipelago nelle Piccole Antille.
Nella zona nord orientale dei Caraibi, tra  l’Equatore e il Tropico del Cancro, si estendono 60 isole grandi e piccole, di cui le più famose sono Tortola, Virgin Gorda, Anegada e Jost Van Dyke.
Avventure, storie di schiavitù, pirati e pescatori leggendari riempiono i racconti mitici di queste isole. Una vacanza completa non può tralasciare la visita ad uno dei suggestivi Parchi Nazionali, il Copper Mine, i fortini, i musei, le chiese, gli antichi cimiteri e le piantagioni.
Tra una costa e l’altra, si può scalare la collina che conduce all’Old Government House Museum, arrivare fino al Mounth Health, al Fort Burt, visitare la Piantagione Josiah’s Bay per rivivere l’atmosfera delle vecchie piantagioni di canna da zucchero.
Ricche di storia e bellezze naturali, le BVI ospitano anche alcuni dei siti più interessanti al mondo.
In tutto il territorio, sono presenti 21 Parchi Nazionali che includono aree marine e riserve dell’entroterra, ricche di siti archeologici, foreste tropicali, aree protette per gli uccelli e alcuni dei più suggestivi relitti di tutto il mondo.
Gettare l’ancora e lasciarsi cullare dal ritmo straniante delle onde è l’attività preferita di tutti i vacanzieri che scelgono questa meta da sogno per una pausa di evasione. Ma per chi ama la vita attiva, ci sono altre mille opportunità da sperimentare.
Ad esempio i velisti si daranno appuntamento tra il 31 marzo e il 6 aprile, per la 43ma edizione della BVI Spring Regatta & Sailing Festival. I primi tre giorni della manifestazione sono dedicati al Sailing Festival organizzato al Nanny Cay Marina, con gare, veleggiate e festeggiamenti che anticipano le tre giornate della Spring regatta. L´attesissima BVI Spring Regatta poi ha inizio a Nanny Cay, a Tortola, e si snoda per le Isole Vergini Britanniche per terminare al Bitter End Yacht Club, un resort di primissimo livello dall’eleganza esclusiva a Virgin Gorda.
Invece, chi è amante della vita attiva, ma più mondano, non perderà il Virgin Gorda Easter Festival, l’evento annuale che, dal 19 al 21 aprile, è la massima espressione della frizzante cultura di queste isole.

Il programma è intenso e include spettacoli di fungi (la musica tipica delle Isole Vergini Britanniche, fusione di differenti stili e sonorità), gare di calypso, competizioni sportive, la parata rise & shine alle prime luci dell’alba e l’elezione della regina del festival.
L’evento si conclude il 21 aprile con la Grand Parade, la tradizionale sfilata con coloratissimi costumi caraibici accompagnata da tanta musica e balli.Il festival si svolge nello spettacolare contesto naturale di Virgin Gorda. La “Vergine Grassa”, così chiamata da Colombo per la sua curiosa forma, meta prediletta dai velisti, ospita baie protette, spiagge coralline e riserve naturali: il perfetto rifugio per una vacanza all’insegna del mare, del relax e del divertimento grazie ai festeggiamenti del weekend di Pasqua.
Per organizzare il viaggio, eccellenti i TO 
Press Tours e Naar.





Istria a 5 stelle: per un week end di primaveraMarrakech: giocare a golf al Royal Palm