• MW SUGGESTIONS •

Speciale Capodanno: Bratislava e Lubiana

Data pubblicazione : 23/12/2016     
Autore : Antonio Sarti


Siete ancora indecisi su cosa fare l’ultima sera dell’anno? Gli amici brancolano nel buio e hai il terrore di rimanere a casa in compagnia della tv? E se invece potessi visitare una città d’arte a pochi passi da casa, senza la folla che troveresti nelle solite Londra, Parigi e Berlino?
Bratislava e Lubiana ti danno la possibilità di una piccola vacanza fuori porta a poche ore da Milano: non ci credi? Con un comodo volo dagli aeroporti milanesi raggiungi in circa due ore Bratislava, capitale della Slovacchia, mentre in sole cinque ore di auto potresti essere a passeggio per la capitale slovena, lo stesso tempo che impiegheresti per entrare nei locali più in voga di Milano senza aver prenotato.
Ti è venuta voglia di partire? Allora conosciamo più da vicino queste due incantevoli città e le loro proposte culturali.


Bratislava
, nonostante la natura giovane dello stato di cui è capitale, è una città dal fascino antico e vi trasporterà nelle più romantiche atmosfere europee, tra castelli e maestose piazze dalle mille luci: la Piazza Nàmestie è il cuore caldo e vivo di Bratislava, ospita locali storici e altri più moderni ma anche istituzioni come ambasciate e consolati. Grande importanza ha anche Piazza Hviezdoslav, nucleo originario della città medievale e da allora centro focale dell’intera comunità locale: qui si è fatta la storia dell’Ungheria, della Cecoslovacchia e poi della Slovacchia, un luogo storico da cui sono passati tutti gli eventi che hanno cambiato il volto di questa piccola nazione.
Bratislava è anche la città dei ponti sul Danubio, tra cui il celebre Novy Most, realizzato per volere del regime comunista cecoslovacco e ancora oggi tra i più imponenti al mondo: molte furono le polemiche durante la costruzione, ad esempio il contestato abbattimento del quartiere ebraico della città per fare posto al ponte.


Lubiana
si trova a poco più di un’ora di macchina da Trieste ed è la capitale della Slovenia dall’epoca recente (1991) della sua indipendenza. La città è fortemente legata all’Italia, anche a causa della sua occupazione dal 1941 al 1943 ad opera del regime fascista che causò gravi perdite umane.
Il centro storico della capitale slovena è fortemente caratterizzato dallo stile barocco con contaminazioni di Art Nouveau, ma in generale possiamo dire che Lubiana è un misto di mille stili diversi, esattamente come succede a Berlino: vaste zone infatti sono state costruite, o ricostruite, nel dopoguerra e cozzano in termini artistici con l’eleganza rinascimentale tipica del nucleo storico della città.
Attraversata dal fiume Ljubljanica, la città mostra il suo lato incantevole proprio dall’acqua, grazie alle numerose escursioni sui battelli che la attraversano.





A Mosca l'Italian night firmata Metropol HotelCon Star Clipper inverno ai Caraibi