• MW SUGGESTIONS •

Nel paradiso tropicale di Mauritius: il Constance Belle Mare Plage per una vacanza di fine estate.

Data pubblicazione : 19/07/2015     
Autore : Franca D.Scotti


Sognate una vacanza all’insegna del relax immersi nella natura oppure preferite dedicarvi allo sport e all’avventura?
Se siete indecisi e ancora non avete scelto dove trascorrere questo dolce scorcio d’estate,  il Constance Belle Mare Plage di Mauritius è la meta perfetta sia per una vacanza in famiglia, che per una romantica fuga di coppia.
Rilassarsi lungo la famosa spiaggia bianca del resort 5 stelle, oppure partire per un’escursione alla scoperta di questa isola magnifica: ad attendervi ci sono le cascate di Tamarin immerse in una natura rigogliosa, il lago Grand Bassin con il tempio bianco e profumato e le leggendarie Terre colorate di Chamarel, dune rocciose dalle mille sfumature. Per visitare l’isola da una prospettiva privilegiata invece, concedetevi il lusso di un esclusivo giro in elicottero dal Constance Belle Mare Plage per ammirare i colori dell’Oceano Indiano.

Mauritius a buon diritto è stata definita l’isola dell’armonia. Ed è tuttora un raro esempio di pacifica convivenza  tra razze  e religioni sullo sfondo di un piccolo paradiso terrestre.
Un tempo  disabitata e selvaggia, Mauritius era coperta da foreste vergini lussureggianti, alberi giganteschi e profumati, fiori rossi, pietre nere di origine vulcanica:  un piccolo  paradiso terrestre. I mercanti arabi l’avevano toccata nel X° secolo senza fermarsi, poi erano arrivati i portoghesi nel 1505. Se il mitico Dodo è scomparso, non sono scomparse né foreste, né alberi giganteschi, né cascate cristalline. Tanto che Mark Twain, di passaggio a Mauritius, disse che Dio l’aveva presa a modello  per disegnare il paradiso.
Non al plurale, come molti sbagliano, ma al singolare  va declinata questa isola, collocata tutta sola nell’Oceano Indiano a 1800 km da Mombasa e a 4700 km da Bombay.

Solo Réunion e Rodriguez si possono abbinare nella definizione di Mascarenas, perché scoperte da Pedro Mascarenhas. Invece il nome originario di Mauritius deriva dal passaggio degli olandesi che nel XVI° secolo vollero omaggiare il principe Maurice de Nassau. E così la confermarono gli inglesi, ultimi signori dell’isola dopo un secolo di dominazione francese che ovviamente, con la solita mania di grandezza, aveva ribattezzato Mauritius Isle de France.
Un viaggio a Mauritius rappresenta una piacevole occasione per deliziare il palato: dedicate una mattina alla visita del mercato della capitale Port Louis e lasciatevi inebriare dai colori dei cibi esotici e dalle spezie profumate, che poi ritroverete nei gustosi piatti preparati per voi dagli chef dei 7 ristoranti del Constance Belle Mare Plage, tra cui il Deer Hunter, il preferito degli appassionati di golf. Affacciato su The Legend, uno dei due panoramici campi a 18 buche del resort, il Deer Hunter è il posto perfetto per una romantica cena sotto le stelle.

Per chi anche in vacanza non rinuncia allo sport,  la scelta è praticamente infinita: immersioni, windsurf, kitesurf o trekking sono solo alcune delle proposte per vivere la natura mauriziana in modo attivo. E dopo un po’ di movimento, cosa c’è di meglio di un rilassante massaggio alla spa?
Se si va a Mauritius  con tutta la famiglia, mille sono le possibilità: potrete scoprire le ninfee giganti, i cervi e le tartarughe del giardino botanico Sir Seewoosagur Ramgoolam e vedere da vicino i leoni al Safari Adventures.
Per le coppie invece, il Constance Belle Mare Plage si trasforma nel luogo perfetto per vivere momenti romantici come una crociera in catamarano o sorseggiare un cocktail al tramonto, quando la luce del sole che sembra tuffarsi nell’Oceano tinge la spiaggia di riflessi dorati.
Alidays organizza pacchetti su Mauritius nel Constance Belle Mare Plage

www.constancehotels.com/

http://blog.constancehotels.com/





Hong Kong...porto profumatoVienna: la Ringstrasse festeggia il suo 150esimo anniversario