• MW SUGGESTIONS •

Monaco: il Principato dei desideri

Data pubblicazione : 26/11/2013     
Autore : Franca D. Scotti


Sarà merito del clima meraviglioso con trecento giorni soleggiati all’anno, del paesaggio pittoresco affacciato sul Mar Mediterraneo, ai piedi delle Alpi Meridionali, della vegetazione lussureggiante che lo inquadra come una cornice.
Il Principato di Monaco è sinonimo di art de vivre, mondanità e ospitalità.
Ma questa, che potrebbe essere un’immagine da rivista patinata, appoggia in realtà le basi su una solida struttura, costruita negli anni con oculatezza e lungimiranza dalla dinastia che lo governa.
Da oltre 710 anni il Principato ha saputo approfittare degli antagonismi dei paesi vicini o beneficiare della loro protezione, sempre seguendo un proprio disegno di sviluppo ben preciso. Porto naturale fin dall’antichità, protetto da una rocca scoscesa, Monaco, occupato prima dai Liguri, poi dai Romani e infine dai barbari, ha visto il definitivo insediamento della famiglia genovese dei Grimaldi nel 1297. I suoi discendenti, signori e principi, vi regnano da oltre 700 anni!
Ma non sono stati anni di pari importanza.
L’accelerazione nella fama e nella centralità, all’interno dello scenario europeo, è avvenuta indubbiamente nel secondo dopoguerra. Nel 1949 il principe Ranieri III sale al trono e sposa Grace Kelly nel 1956, legando l’immagine del Principato alla celebrità e alla bellezza di una star di Hollywood. Una star che seppe diventare principessa e interpretare al meglio il suo nuovo ruolo, invitando a corte nobiltà europea e il meglio del glamour internazionale.
Intanto cambiava il paesaggio di Monaco e Montecarlo, grazie ad una politica oculata d’investimenti, grande sviluppo urbanistico, lo sviluppo di relazioni con la comunità economica più influente a livello mondiale.
Un Gran Premio di Formula 1, sfilate di moda, frequentazione di famiglie reali e celebrità dello spettacolo. E il famoso Casinò.
James Bond, la spia britannica simbolo di seduzione e mondanità, è un assiduo frequentatore del Casinò di Monte Carlo, come in Agente 007 - GoldenEye.
Oggi il successo del Principato parla di distribuzione e servizi di altissima qualità: nel “carré d’or” monegasco si concentrano attorno al Casinò le insegne di grandi griffe del lusso, le più celebri marche di alta moda, gioielli, pelletteria.
Tutto continua a veicolare nel mondo un’immagine di Monaco raffinata e internazionale.
A questo contribuiscono i grandi hotel storici, i palazzi preziosi de L’Hotel de Paris, l’Hermitage, il Metropole Monte-Carlo, il Monte-Carlo Beach Hotel.
Sono in continuo miglioramento e modernizzazione le strutture dedicate alle attività marittime, come il Porto d’Ercole e il nuovissimo Yacht Club.
 Strutture che, in piena coerenza con l’identità del Principato, uniscono servizi eccellenti, massima funzionalità e mondanità esclusiva.
Non a caso il turismo d’affari e il turismo di crociera si dimostrano qui più dinamici che mai.
In questo sviluppo vertiginoso, il Principe Alberto II si distingue oggi per il suo impegno nella protezione ambientale e della biodiversità. Nella scia di una lunga tradizione: non dimentichiamo che nel 1906 il principe Alberto I, autorevole esploratore scientifico, aveva fondato il famoso Museo Oceanografico, conosciuto in tutto il mondo.
In questo paradiso di lusso e ospitalità, non possono mancare i principi della gastronomia. Ne è massimo esponente, 3 stelle nella guida Michelin, il Louis XV di Alain Ducasse, dove Franck Cerutti reinterpreta la cucina mediterranea, in un sottile equilibrio tra tradizione, modernità e ricerca.
Questo ristorante, il più famoso e il più lussuoso dell’Hotel de Paris, è una tappa essenziale della ristorazione di oggi, come il ristorante Joël Robuchon Monte-Carlo, due stelle Michelin, situato nel cuore del Metropole Hotel. Qui il nuovo progetto architettonico comprende, oltre alla terrazza e ai giardini, il ristorante in cui domina scenograficamente un magnifico paravento, autentica opera d’arte, che illustra il viaggio di Ulisse. Questo affresco fotografico, costituito di quindici pannelli, è stato interamente immaginato e realizzato da Karl Lagerfeld in esclusiva per l’Hôtel.
Infine, degno coronamento di questa offerta eccellente, le Thermes Marins Monte-Carlo del gruppo Monte-Carlo SBM, situate nel cuore del Principato, offrono un´esperienza sensoriale unica e totale.
Splendida vista sul mare, un mix di tradizione, filosofia di prevenzione e benessere, lusso assoluto nel décor: ecco gli elementi per garantire agli ospiti armonia perfetta ed equilibrio psicofisico.





Crociere top: tutto il mondo sull’acqua In Svizzera: candidi anniversari