• MW SUGGESTIONS •

IN SOLE 24 ORE: IN PIEMONTE, SULLE TRACCE DI CESARE PAVESE

Data pubblicazione : 22/07/2016     
Autore : Antonio Sarti


"Il mio paese sono quattro baracche e un gran fango". Cesare Pavese

“Con gli occhi di Cesare Pavese” è il titolo evocativo che caratterizza l’edizione 2016 del Pavese Festival, un’occasione per ricordare uno dei più enigmatici e apprezzati scrittori del Novecento italiano.
Si svolgerà questo weekend, dal 22 al 24 Luglio, con una imperdibile appendice il 4 Agosto: il tutto sarà concentrato a Santo Stefano Belbo, piccolo borgo con una grande anima, quella che il pluripremiato autore racconta nei suoi capolavori, da “La bella estate” a “La luna e i falò”.


Come accadeva una volta, quando personaggi celebri e artisti di ogni tipo approdavano nel minuscolo agglomerato di case nei racconti di Pavese, per questi tre giorni Santo Stefano tornerà ad accogliere i grandi nomi della cultura italiana, che accompagneranno il pubblico alla scoperta o alla riscoperta dello scrittore.
Venerdì 22 Luglio alle 21 sarà Vinicio Marchioni, attore teatrale di grande livello, ad aprire le danze con “ritratto di un uomo”: in scena con parole e musica un tentativo di racconto della vita in attimi di Cesare Pavese.


Sabato mattina una suggestiva passeggiata porterà i presenti lungo un percorso che toccherà i luoghi salienti della vita dello scrittore piemontese, accompagnati da Elena Varvello. La giornata, ricca di impegni, proseguirà con interessanti approfondimenti sulla cucina e il cibo nella quotidianità narrata nei capolavori pavesiani e terminerà con letture e opinioni musicali che continueranno fino a tarda sera. Per chi invece vi si volesse recare Domenica, altrettanti interessanti appuntamenti aspettano gli appassionati lettori e non: segnaliamo, tra le altre, un gustoso aperitivo con prodotti locali forniti dalla Pro Loco alle 19.30.
 
Da non perdere il gran finale del 4 Agosto, che vedrà la scenografica accensione dei falò sulle colline e il concerto della filarmonica santostefanese.
A questo bellissimo evento è possibile aggiungere la visita di alcune belle località presenti nei dintorni: ad esempio il triangolo che circonda il piccolo borgo, costituito da Alba, Asti e Acqui terme, una serie di destinazioni molto diverse tra loro ma ugualmente ricche di storia e attrattive. La stessa Torino non è eccessivamente distante e la possibilità di un weekend abbinando le due mete è sicuramente realizzabile e anzi consigliata.

Come arrivare: Autostrada A7 fino a Tortona, poi A21 fino all’uscita Asti Est. Da qui proseguire lungo la strada statale.





Fattoria del Colle: da luglio a dicembre, dodici week end da protagonisti Con Webtours l’atmosfera della Grecia autentica a Pilion