• MW SUGGESTIONS •

Etiopia: una nuova destinazione per i turisti più esigenti

Data pubblicazione : 05/01/2017     
Autore : Franca D.Scotti


Mr. Solomon Tadesse, CEO dell’Ethiopian Tourism Organization poco dopo la sua istituzione, nel novembre del 2013, spiega i motivi per cui l’Etiopia potrà posizionarsi tra le top cinque destinazioni turistiche dell’Africa entro il 2025.
Ecco 10 cose che pochi sanno sull’Etiopia, dove tutto ha avuto inizio

• L’Etiopia è l’unica nazione Africana che non è mai stata colonizzata. Dispone del suo proprio alfabeto Ge’ez e segue il calendario giuliano che è composto da 13 mesi, 12 di 30 giorni e uno di appena 5 giorni (sei negli anni bisestili).

• Addis Abeba è la capitale diplomatica dell’Africa, oltre che il quartier generale dell’Unione Africana e della Commissione Economica delle Nazioni Unite dell’Africa.

• Si è stimato che ci sarebbero voluti 40.000 anni di lavoro umano per scolpire a mano le chiese di pietra di Lalibela, risalenti al 12° secolo.

• L’Ethio-Jazz, il cui ‘padre’, Mulatu Astatke vive e suona ancora in Etiopia, ha un seguito a livello internazionale e il suo periodo creativo ha ricevuto un impulso nel 1991 anno di fondazione della Repubblica Federale Democratica dell’Etiopia.

• Il Deserto dei Dancali, un deserto che scende di 116 m sotto il livello del mare, raggiunge frequentemente temperature che superano i 50oC.

• La Great Rift Valley in Etiopia è sede di importanti scoperte paleontologiche, compreso l’antico scheletro della famosa ‘Lucy, risalente a 3,2 milioni di anni fa, e i primissimi strumenti di pietra ritrovati.

• 8 Siti UNESCO parte del Patrimonio Culturale dell’Umanità e 1 Sito Naturale Patrimonio Mondiale dell’Umanità, rendono l’Etiopia la nazione Africana con il più elevato numero di siti ufficialmente registrati. Il Festival di Meskel, inoltre, è stato inserito tra i patrimoni culturali intangibili.

• E’ in Etiopia che il caffè venne scoperto per la prima volta e coltivato – ed è ora un elemento importante dell’agricoltura della nazione, oltre a rappresentarne uno stile di vita. La cerimonia del caffè viene goduta quotidianamente dalla popolazione locale così come dai turisti.

• Si ritiene che l’Etiopia custodisca la perduta Arca dell’Alleanza di biblica memoria, preservata all’interno della Cappella del Tabot, accuratamente sorvegliata, nei pressi della cattedrale di Nostra Signora Maria di Sion, nell’antica città di Axum.

• La Caprimulgus solala, inafferrabile ed endemica del Nechisar National Park nel sud dell’Etiopia, è l’uccello più raro al mondo: è stato avvistato ed osservato un unico esemplare vivente, nel 2009.

Situata sul Corno d’Africa, l’Etiopia si estende su di una superficie di 1,2 milioni di km2. e comprende circa il 70% delle montagne dell’Africa.
Come arrivare: Ethiopian Airlines, fondata nel 1945, è la compagnia di bandiera. E’ di proprietà del Governo Etiope. Collega la nazione con oltre 90 destinazioni in cinque continenti e opera voli verso 20 destinazioni nazionali.

www.ethiopia.travel





Bellinzona: andar per castelliMauritius: eventi al ritmo della joie de vivre mauricienne