• MW SUGGESTIONS •

Catalogna: l'estate che non ti aspetti a Terres de l'Ebre

Data pubblicazione : 20/07/2017     
Autore : Franca D.Scotti


Qualificata nel 2013  come Riserva della Biosfera dall’Unesco, Terres de L’Ebre,  una delle sette regioni della Catalunya meridionale,  è stata qualificata dall’associazione internazionale Global Green Destinations come una delle 100 migliori destinazioni turistiche sostenibili del mondo (Top 100 Sustainable Destinations).
Il 35% della superficie di Terres de L’Ebre è territorio preservato e tutelato da Natura 2000, il principale strumento della politica dell'Unione Europea per la conservazione della biodiversità.
Per questo Terres de L’Ebre mira a rendere compatibile lo sviluppo del turismo con la conservazione dell’eco-sistema, ed è una miniera di possibilità per chi vuole trascorrere vacanze emozionanti a contatto con la natura nel totale rispetto dell’ambiente.

Il patrimonio naturale di Terres de L’Ebre stupisce per la sua biodiversità.
Varietà di panorami e di habitat  eccezionale: passando - in  meno di 30km - dal territorio pianeggiante del delta a livello del mare, ai 1.500m di altitudine degli altopiani e delle montagne, sfilando per rilievi tettonici e attraversando le valli scavate dal fiume  Ebre, il più grande corso d’acqua dell’intera Spagna e il secondo della Penisola Iberica.
Il parco naturale del Delta de L’Ebre è la più grande area umida protetta in Catalunya, un vero e proprio universo orizzontale:  7.736 ettari di campi di riso che  diventano  polo di attrazione per molti animali, soprattutto uccelli, una vegetazione che ha dovuto adattarsi a condizioni naturali estreme, colonizzando dune, terreni salini e aree lagunari.

In navigazione sul fiume Ebre
È possibile scoprire Terres de L’Ebre navigando sul fiume con diversi tipi di imbarcazioni, sia a motore che non:  100km di fiume che separano Ascó da Amposta, e  foreste che si estendono lungo le rive.
I più audaci potranno esplorare gli oltre 125km tra Riba-roja d'Ebre e la bocca del fiume in canoa o in kayak, o navigare con un llaüt, imbarcazione che si ispira alle barche tradizionali e offre la possibilità di visitare l’area in piacevoli crociere fluviali. Sono diversi i comuni in cui è possibile approfittare di questa opportunità: Lo Sirgador di Tortosa, Lo Roget di Ascó e El Llagut a Benifallet, sono solo alcune delle compagnie che organizzano questa tipologia di attività..

Gli amanti del mare non hanno che l’imbarazzo della scelta a Terre de L’Ebre: la regione vanta infatti oltre 100km di costa tra la città di L’Ametlla de Mar e Alcanar e ce n’è per tutti i gusti, esotiche e sconosciute spiagge di dune nel Delta,  grotte marine ideali per lo snorkelling e le immersioni e tranquille spiagge di sabbia. Mentre  per i sub, ecco le  immersioni nelle grotte marine di El Perelló e L’Ametlla de Mar e la scoperta dei dodici relitti nelle acque del Golf de Sant Jordi.





Andare a Parigi per fare i bagni? UN TRANQUILLO WEEKEND DI ADRENALINA: TREE EXPERIENCE