• MW SUGGESTIONS •

A Lugano: gustose tentazioni

Data pubblicazione : 09/10/2013     
Autore : Franca D. Scotti



Una fuga autunnale a Lugano per assaporare grande arte e cucina d’autore.
Sulle rive del lago si aprono le sale del Museo Cantonale d’Arte e del Museo d’Arte di Lugano, che ospitano la grande mostra aperta fino al 12 gennaio “Miti e misteri. Il Simbolismo e gli artisti svizzeri”.
Protagonista il Simbolismo come movimento che ha caratterizzato la cultura europea tra Otto e Novecento: inquietudini e fantasmi, il sogno e l’inconscio, la natura sublime e inquietante, attraverso duecento opere tra dipinti, sculture, disegni, fotografie, incisioni e manifesti. 
(www.mda.lugano.ch)
(www.decs-mca.ch www.mitiemisteri.ch)

Grande arte anche nel parco del Grand Hotel Villa Castagnola, dove è in corso, fino a fine ottobre, la mostra di Nag Arnoldi, l’artista ticinese più noto a livello internazionale, che ha scelto proprio questa location per festeggiare i suoi 30 anni di carriera. (www.villacastagnola.com)

E proprio il Villa Castagnola, una antica residenza fine ‘800, trasformata nell’unico 5 stelle lusso di Lugano, immersa tra piante lussureggianti, ci induce a peccati di gola, dopo i piaceri della cultura. L’eccellenza gourmet del suo ristorante ci invita ad apprezzare la cucina d’autore che a Lugano si impone, attraverso la continua ricerca e sperimentazione di grandi chef.
Sono quelli che danno vita ad esempio, proprio nel periodo autunnale, a Food&Walk, la prima camminata gourmet organizzata dalla Città di Lugano e Sapori Ticino.
Si passeggia all’aria aperta, assaporando un’esperienza culinaria che fonde tradizione locale e innovazione. Su un tragitto di 6 chilometri, sei executive chef e due maestri pasticceri accompagnano i partecipanti alle degustazioni.
Grandi nomi per godere grandi piatti.
Ai fornelli gli chef di Villa Principe Leopoldo Hotel&SPA, di Villa Sassa e del Grand Hotel Eden. Del team fanno parte anche chef dell’hinterland e due tra i migliori maestri pasticceri del Ticino: Giuseppe Piffaretti della Bottega del Fornaio di Mendrisio e Tiziano Bonacina della Pasticceria Tiziano di Melide.
L’itinerario si snoda piacevolmente. Tra un buon caffè presso gli storici e caratteristici bar di Piazza della Riforma, una degustazione di salumi della migliore tradizione ticinese, un’ottima birra presso la Darsena del Parco Ciani. All’Università della Svizzera Italiana si servono i piatti forti, come nello splendido Parco del Tassino, e in riva al lago, al Belvedere.
Gran finale della manifestazione al Palazzo dei Congressi, dove sono previste le dolcezze preparate dai maestri pasticceri.
Immancabile l’abbinamento tra pietanze e vini ticinesi, scelti da otto sommelier dell’Associazione Svizzera Sommelier e provenienti dalle cantine di autorevoli aziende vinicole della zona.
Iscrizioni sul sito web:(www.luganofoodandwalk.ch)







Portofino Rolex Trophy 2013India: mistero e magia