• MW SUGGESTIONS •

SAN VALENTINO NEL MONDO

Data pubblicazione : 14/02/2017     
Autore : Diletta Pieraccini



Il 14 Febbraio si celebra San Valentino, la festa degli innamorati.
Si narra che questa ricorrenza abbia avuto origine dal Santo e martire cristiano, Valentino da Terni (o Valentino da Interamna), il quale, secondo l’ipotesi più accreditata, avrebbe riconciliato una giovane coppia che stava litigando, grazie al semplice dono di una rosa rossa. Un’altra versione invece, meno conosciuta ma sicuramente altrettanto affascinante, vuole il Santo ispiratore dell’amore tra due ragazzi, i quali mentre si stavano scambiando alcune tenerezze, vennero circondati da piccioni. Da qui, si ipotizza sia nata anche l’affettuosa espressione di “piccioncini”.
Ma perché il 14 febbraio non è passato alla storia come il giorno della commemorazione del santo, quanto piuttosto della celebrazione della festa degli innamorati? La ragione di ciò è da ritrovarsi nelle sontuose danze, destinate all’epoca solamente a persone di alto rango, che si tenevano nell’ Europa alto-medievale, in cui gli uomini erano tenuti ad esporre nella manica del proprio vestito un bigliettino con su scritto il nome della fanciulla con cui avrebbero voluto ballare.
Con il passare del tempo però, ogni civiltà e ogni epoca hanno modificato la ricorrenza a proprio piacimento, e così oggi le tradizioni variano in ogni angolo del globo.
In Brasile ad esempio, il giorno degli innamorati, vede gli uomini impegnati nella cosiddetta “prova del tronco”. Una tradizione in cui i giovani si sfidano correndo per ben 6 km con un tronco di barauna, e alla fine della quale solo il vincitore conquista un ballo con la sua amata.
Un’altra usanza, altrettanto particolare, la ritroviamo invece in Asia, dove gli uomini sono soliti regalare un vestito bianco all’amata come simbolo di una proposta matrimoniale, che verrà accettata nel momento in cui la ragazza deciderà di indossare l’abito la sera seguente.
Non sempre però sono gli uomini a donare qualcosa alle donne! In Giappone ad esempio, sono le fanciulle a dover regalare una scatola di particolari cioccolatini, i cosiddetti “Homnei choco”, agli uomini, che ricambieranno a loro volta, esattamente un mese dopo, con del cioccolato bianco, in una giornata nota non a caso come “White Day”.
Spostandoci invece verso Paesi nordici come Danimarca e Finlandia, scopriamo che qui il giorno di San Valentino non è sinonimo di festa degli innamorati, bensì dell’amicizia! L’amore viene celebrato in tutte le sue forme e si usa regalare ai proprio amici o a chi ci ha aiutato, un fascio di fiori bianchi o un cuore di liquirizia, rigorosamente realizzato a mano, per dimostrare l’affetto con piccoli gesti, ma unici e speciali!





BACI DA MONTENAPOLEONEWEBBOLLICINE REALI