• MW SUGGESTIONS •

9 domande a: Barbara Fabbroni

Data pubblicazione : 11/03/2017     
Autore : Marica Basile


Alzi la mano chi almeno una volta non ha vissuto un dramma sentimentale! Una storia particolare, un periodo in cui il cuore offusca la ragione e viceversa. L’amore muove il mondo, ma quanto in effetti può essere complicato? In una società frenetica, c’è ancora posto per la semplicità di un sentimento, il più antico del mondo?

Barbara Fabbroni, psicologa e psicoterapeuta, è un’esperta d’amore. Una vera e propria love coach, un valido supporto per affrontare problematiche insite nell’indole umana, come la paura e l’insicurezza. Una professione che si coniuga perfettamente con la passione letteraria: Barbara infatti è anche una scrittrice di successo. I suoi romanzi, come l’ultimissimo “Coach in love”, affrontano tematiche attuali in cui il lettore può riconoscersi e immedesimarsi. Inoltre, le “Rubriche di Barbara” in onda su LA7, ogni sabato, sono ricche di consigli sentimentali e non.

La Dottoressa Fabbroni si è raccontata ai lettori di Montenapoleoneweb e ha svelato qualche piccolo segreto.

Psicoterapeuta e scrittrice… chi è Barbara Fabbroni?
Una donna in cammino. Curiosa. Passionale. Attenta alle declinazioni della vita. Osservatrice dell’animo umano in tutte le sue molteplici sfaccettature. Amante del bello. Ricerco l’essenziale. Vivo nella consapevolezza che la vita è incontro. Ogni incontro è sempre con l’altro. Credo nell’amore. Lo cerco. Lo ritengo parte fondante la vita. Senza amore non c’è vita che valga la pena di essere vissuta.
 
Che relazione c’è tra queste sue due professioni?
Entrambe sono l’una portavoce dell’altra. Come Psicoterapeuta raccolgo storie di vita, le conservo dentro di me come dono prezioso che i miei pazienti mi fanno. Come scrittrice narro storie di vita che prendono voce dalle mie riflessioni, dalla mia modalità di osservare e conoscere il genere umano, dal mio essere persona. Sono narrazioni dense di significati profondi. Così come lo sono le tante storie di vita vissuta dei miei pazienti. 
 
Il tema dell’amore raccontato in chiave moderna, ma cosa vuole trasmettere esattamente il suo ultimo libro “Coach in love”?
In Coach in Love si parla d’amore. L’amore è la chiave della vita. È l’alchimia che conduce a trovare se stessi e l’altro. Senza amore nessuna vita ha una direzionalità e un soddisfacimento. Le persone carenti d’amore hanno ferite profondissime. Con Coach in Love ho voluto tendere una mano a tutti quelli che si nascondono, per paura, per delusione, per mancanza di desiderio, all’amore. L’amore chiama amore. L’amore è atmosfera, orizzonte, trasformazione, vita, passione, partecipazione.
 
Secondo la sua esperienza, quanto può essere utile la figura di un love coach e perché?
Quando le persone sperimentano una ferita d’amore, qualunque essa sia, c’è sempre bisogno di confrontarsi con una terza persona che possa osservare in maniera obiettiva l’accaduto accogliendo le emozioni, i dolori, le sensazioni che sprigiona l’esperienza vissuta. Il Coach può facilitare la consapevolezza dei limiti che hanno portato a viversi il momento di difficoltà, può aiutare a superarlo o a recuperare il percorso interrotto. Potremmo pensarlo come un compagno di viaggio che ristora, illumina, confronta sui chiaroscuri della propria esperienza di sofferenza.
 
Il cambiamento della società ha mutato anche il desiderio di amare e sentirsi amati?
Il bisogno d’amore è necessario all’essere umano esattamente come l’aria che respira. L’amore è vita, dà vita. Oggi assistiamo a amori bruciati nell’inconsapevolezza. Amori affamati che si nutrono di nulla restando intrappolati nella bulimica ricerca di un gesto che definisca l’emozione. Ci sono amori liquidi consumati tra chat, sms, incontri occasionali che nascono per paura di confrontarsi o solo per timore di innamorarsi, restando delusi. Poi ci sono amori che sbocciano timidi, si trasformano, si progettano. L’amore è fatica, è costruzione, è volere, è stare dentro quel progetto nonostante le difficoltà, le incomprensioni, le paure, le ansie, i litigi, la voglia di mollare. Ma nonostante tutto si resta lì perché si crede nel noi. L’amore bisogna volerlo e al tempo stessi impegnarsi per costruirlo insieme.
 
L’amore duraturo esiste davvero? Quale è il segreto se ne esiste uno
Assolutamente si! Nell'amore esiste assolutamente il per sempre. L’amore duraturo esiste. Il segreto per far durare un amore è volerlo, impegnarsi, sacrificarsi, costruirlo, condividerlo e pensarsi come un noi lasciando andare la supremazia dell’Io. Perché l’amore parla del noi. È il noi.
 
Che tipologia di donna e uomo si affida a Lei?
Le persone che si affidano a me sono persone che hanno bisogno di trovare un porto sicuro dove attraccare la loro zattera di rottami legata insieme da funi lise e sdrucite affinché quell’approdo tanto cercato abbia in sé l’atmosfera e il calore della rassicurazione e del domani possibile come progetto di vita.
 
Un sogno che spera di realizzare al più presto?
Trovare l’amore in cui credo e di cui parlo. Sentirmi parte assoluta di un progetto a due. Non aver più timore di esprimere il proprio sentire. Sapere che posso totalmente affidarmi all’altro senza timore. Non avere più la delusione di essere ferita tanto in profondità dal tradimento. Non parlo del tradimento fisico ma di un tradimento più profondo che è quello della stima e della fiducia. Vorrei non vivere più questo disarmante dolore.
 
Potesse definirsi con solo aggettivo quale userebbe?
Passionale

 






Wedding a confrontoUN WEEK END A TUTTA BIRRA