• MW SUGGESTIONS •

Valentina Giovando apre a Milano

Data pubblicazione : 28/07/2016     
Autore : Franca D.Scotti


In occasione della Milano Design Week, Valentina Giovando, artista ligure che da più di 20 anni crea mobili e lampadari in edizione limitata interamente realizzati a mano, ha inaugurato il nuovo Showroom presso lo spazio Brera P5, in via Palermo 5 a Milano, nel Brera Design District.
Mobili, lampade ma soprattutto suggestioni, atmosfere, ricerca, artigianalità e raffinatezza italiane, sono in mostra con la nuova collezione Nodi e i pezzi unici Arsenico e Il Moro.

Incatenare e annodare, ecco le parole chiave della collezione di chandelier 2016, completamente realizzata in ferro naturale e ferro dipinto.
Il lampadario si spoglia di tessuti, cristalli, paillettes per tornare alla materia cruda, a tratti dipinta, che odora di cera.
10.000 nodi è un lampadario fortemente decorativo, capace di caratterizzare qualsiasi tipo di ambiente. Il corpo è formato da catenelle costruite a mano con 10.000 nodi. Un lavoro accurato che, partendo da un materiale povero e semplice, diventa prezioso grazie alla lavorazione e all’assemblaggio, ingentilito da inserti in cristallo, tessuto e passamanerie.

È Nudo il lampadario di punta della nuova collezione: fortemente materico, per materiali e lavorazione si ispira all’Africa e alla produzione artistica tribale. La forma, data da un chilometro di filo di ferro annodato a sagomare una cascata di catenelle, e la ruvida armonia delle decorazioni floreali, ricordano invece lo stile liberty rivisitato in una chiave inedita e contemporanea.

Il rosa cipria, elegante e delicato, è invece la cifra stilistica di Elle: catene annodate, incerate e colorate con sfumature digradanti sono raccolte a formare una serie di balze sormontate da una corona di fiori e preziose passamanerie. Il ferro crudo delle catene è ingentilito da decorazioni a cristalli che attraversano l’intera circonferenza del lampadario.
Novità 2016 è lo chandelier Arsenico, pezzo unico realizzato con decorazioni di baguette di perline, pizzi e merletti, impreziosito da frange in lamiera zincata trattata a foglia oro.

Con Il Moro l’artista presenta la sua ultima creazione: un mobile fortemente innovativo sia nella struttura che nella decorazione. Non più fiori o rami ma geometrie: lamiere zincate e di ottone seguono la trama di un tessuto a “fantasia labirintica”. La parte centrale è decorata con una serie di quadrati di Cocteau, riprodotti a mano libera. Una creazione materica, pittorica e dalla struttura versatile. Il Moro è stato concepito come mobilescultura caratterizzato da una serie di piani che si possono aprire diventando punti di appoggio.





HAPPY HEARTS COLLECTIONSe soffrite di pressione alta non leggete questo articolo...