• MW SUGGESTIONS •

La luce di Martini Light per la lounge Alitalia a Roma Fiumicino

Data pubblicazione : 28/06/2016     
Autore : Franca D.Scotti


Martini Light, tra i leader mondiali dell’illuminazione tecnica e architetturale, è stata scelta dal rinomato Studio Marco Piva e Alitalia per illuminare la nuova lounge Casa Alitalia nell’aeroporto di Roma Fiumicino.
L’area è stata interamente rinnovata nello stile per rappresentare un nuovo concept di ospitalità all’insegna dell’eccellenza e del made in Italy, con l’introduzione di un esclusivo servizio di live cooking.
Il concept, ideato dallo staff Alitalia, è stato interpretato dal celebre architetto di fama internazionale Marco Piva in collaborazione con l’architetto Marco Colonnelli.
Casa Alitalia è stata pensata con l’idea di creare un luogo più domestico che pubblico. Gli spazi interni – l’atrio di accoglienza, le zone per il relax e per la conversazione, le aree destinate alla ristorazione – sono stati studiati per essere il più simili  possibile a quelli di una casa privata. La stessa porta di ingresso della lounge, che trae ispirazione dal grande portone di un palazzo italiano, funziona da elemento di separazione fra l’ambiente caotico dell’aeroporto e quello confortevole, raffinato e dal sapore domestico di Alitalia.
Casa Alitalia non è solo un luogo di relax in attesa del volo, ma una vera e propria espressione dei valori italiani che Martini Light ha avuto cura di valorizzare con la progettazione illuminotecnica.
Per questa realizzazione è stato utilizzato il prodotto Arkedo ad incasso arretrato 23W e 9W. La famiglia Arkedo si compone di una gamma elevata di incassi dalle elevate prestazioni, la cui caratteristica è creare luce che conquista lo spazio senza invaderlo; la soluzione in movimento che gioca con l’asimmetria dei fasci, la dinamicità del LED e un’altissima precisione delle ottiche, rendono Arkedo un prodotto d’avanguardia. Il prodotto si presenta con un sistema dissipante in pressofusione di alluminio, ottiche in alluminio metallizzato, molle e staffe di fissaggio in acciaio, palpebra schermante per la versione orientabile in silicone nero. Il sensore termico è posizionato sopra il dissipatore che protegge il LED spegnendolo in caso di surriscaldamento. Disponibile nella versione fissa, orientabile oppure wall washer.

www.martinilight.it





L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ITALIABambi va in spiaggia…