• MW SUGGESTIONS •

Adele-C: uno splendido mix di tecnologia e manualità

Data pubblicazione : 13/09/2017     
Autore : Franca D.Scotti


E’ motivo di orgoglio per Adele Cassina  la collezione  di oggetti di arredo creati da un’attenta ricerca su materiali, tecnologia e design.

“Condannati alla qualità” dice Adele Cassina “questo il tratto dell’azienda che oltre al design si avvale di una produzione tutta italiana, mix di tecnologia e manualità artigianale.”

Tanti  i prodotti più interessanti che testimoniano la capacità creativa e industriale dell’azienda.
The Round Table ha il design di Ron Gilad: sono le tecniche più sofisticate a rendere questo tavolo un vero capolavoro perché curvature e finiture decisamente inusuali vengano esaltate. Un risultato perfetto reso possibile grazie alla scelta della lavorazione più adatta per ottenere il miglior risultato desiderato.


“Offerto non soltanto nella versione rotonda, si ispira alla leggenda dei Cavalieri della tavola rotonda di Re Artù, in quanto tutti coloro che si sedevano attorno ad essa erano uguali. I piani di cristallo consentono di mangiare comodamente, ma non sono certo adatti alle grandi gesta.”
 (Ron Gilad)
E’ una serie di tavoli con piano cristallo extrachiaro e basi in massello di noce nazionale con dettagli laccati opaco in colore rosso o blu.

In Zarina - icona e simbolo dell’azienda stessa -  l’artigianalità si esprime  al massimo: é una sinuosa poltrona dalla cuscinatura costolata e dagli eleganti e audaci accostamenti cromatici.
Estrema praticità e comodità vengono coniugate con una forma capace di sintetizzare un‘emozione. E’ il ricordo di quella realizzata da Cesare Cassina con le sue mani per Adele quando era bambina nel 1944.


Lina
ha il design di Patrizia Bertolini: una creazione solo apparentemente semplice!
E’ una sedia unica nel panorama sedute caratterizzata dalla parte strutturale dello schienale che si innesta singolarmente  nelle gambe: un lavoro di ebanisteria di altissimo livello per raggiungere il perfetto incastro di due elementi, uno dei quali, essendo obliquo, richiede ulteriore precisione per accogliere un pezzo bombato.
Lina è una seduta molto leggera e dall’aspetto vivo dove la materia impiegata per costruirla si mostra in tutta la sua consistenza. Completamente in legno ha una struttura molto essenziale. Si potrebbe dire che è fatta da quattro tubi, le gambe, che salgono e formano schienale e braccioli. Per il suo peso modesto è l’ideale per essere utilizzata intorno ad un tavolo. Agile e sciolta è gradevolmente funzionale essendo progettata con uno schienale che decresce.






MISS ITALIA 2017: LA FINALEBUON COMPLEANNO, BIFFI