• MW SUGGESTIONS •

Il fidanzamento ufficiale

Data pubblicazione : 20/04/2017     
Autore : Emanuela Caglio


Anticamente, anche perché oggi per le giovani coppie, questo è preistoria, il percorso verso il matrimonio si apriva con l’annuncio di fidanzamento, che per tradizione veniva fatto nel corso di un ricevimento organizzato dalla famiglia della sposa per il quale, gli inviti erano fatti dalla madre e l’annuncio vero e proprio dal padre. Questa era l’occasione durante la quale il promesso sposo regalava l’anello alla futura sposa e lei contraccambiava con un altro di notevole importanza.
Testi di galateo dicono che il regalo della lei al suo lui poteva essere: dei gemelli da camicia in oro, che lo sposo avrebbe poi indossato il giorno del matrimonio, oppure un orologio da polso di grande pregio e marca.

Oggi siamo volti ad una semplicità e snellezza nell’affrontare questo passaggio. Non si celebra più il fidanzamento ufficiale dei propri figli con una festa solenne. Eccezion fatta per alcuni stati esteri quali i paesi anglosassoni e asiatici, dove questa tradizione è ancora fondamentale.
Oggi, in Italia, infatti le famiglie sono quasi sempre a conoscenza delle frequentazioni, delle intenzioni e dei sentimenti dei propri figli e non occorrono quindi discorsi formali ed ufficiali per annunciare la promessa di matrimonio. Una volta stabilite le nozze nel seno familiare, è necessario che le famiglie si conoscano e, anche se si conoscono già, il Galateo del matrimonio vuole che si celebri l’avvenimento con un pranzo o una cena intima, al quale al massimo invitare qualche altro parente o amico strettissimo.  Visti i tempi moderni, e le famiglie allargate, il galateo suggerisce che questo incontro sia fatto dai soli genitori dei futuri sposi, qualora questi fossero separati o divorziati, senza i nuovi consorti. La futura sposa si presenterà con un mazzolino di fiori, da donare alla futura suocera.

Sarà questa l’occasione nella quale gli sposi, si scambieranno i loro pegni di fidanzamento e si discuterà dell’organizzazione delle nozze stesse.
L’anello che la futura sposa riceverà quale pegno d’amore e promessa di matrimonio da parte del suo lui, dovrà essere sempre indossato, sino a quando non si indosserà la fede nel giorno delle nozze. Tradizione vuole che questo anello sia un gioiello di famiglia e non obbligatoriamente un brillante.





Benvenuti a Casa Alcantara TUTTI PAZZI PER COACHELLA