• MW SUGGESTIONS •

ALFONSO PEPE , mastro dolciere

Data pubblicazione : 12/12/2014     
Autore : Bruna Meloni


Per noi milanesi e? un colpo al cuore ....ma dobbiamo rassegnarci! Il miglior panettone classico e? quello di Alfonso Pepe, salernitano di Sant?Egidio del Monte Albino. Lo ha decretato, anche quest?anno, la milanesissima manifestazione “Re Panettone” che e? diventata l?appuntamento piu? importante dell?anno per pasticceri e fabbricanti di questo prodotto natalizio - oltre 40 quest?anno - e non riguarda piu? solo Milano.

Impasto morbido e gustoso, il colore giallo deciso dato dalle uova, il sapore ricco ed equilibrato dall?uso sapiente di uvette e canditi dolceamari; il panettone di Alfonso Pepe, basso e non glassato, ricalca i canoni della tradizione dolciaria meneghina, sposandoli alla ricchezza di sapori decisi propria del Mezzogiorno. Un trionfo di uvette e canditi, con la pasta soffice che profuma di arancia e vaniglia. Per dirla con il «Gambero Rosso»: "Se i piu? scettici storceranno il naso all?idea di trovare uno dei migliori panettoni italiani sotto le pendici del Vesuvio, beh, bisognera? che si ricredano perche? qui il tipico dolce meneghino e? veramente eccellente, soffice, profumato, ma soprattutto leggero  e digeribilissimo”.
Un po? di storia. La Pasticceria Pepe di Sant?Egidio del Monte Albino, gestita da oltre 25 anni da Alfonso Pepe, e? una vero gioiello di arte e tradizione pasticciera. Il laboratorio di Alfonso e? dimostrazione tangibile che, accanto alla classica pasticceria napoletana, convivono bene dolci raffinati dal gusto delicato, dai colori e sapori anche di altre regioni.
Ha iniziato molto presto - come ci dice lui stesso “mosso dalla sua golosita”- aiutando in estate uno zio pasticciere a Scea Marina, nel Cilento. Prosegue poi con maestri di tutto rispetto alla ricerca della “lievitazione perfetta”; primo fra tutti Mario Facchinetti e poi Zaia di Concorezzo e Morandini della Valle d?Aosta.
Meticolosa la ricerca degli ingredienti: l?uvetta australiana “perche? e morbida e non secca come quella turca”, gli agrumi esclusivamente dei Monti Lattari e della costiera Campana, l?albicocca “pellecchiella” del Vesuvio, i fichi bianchi del Cilento, sono solo alcuni esempi.

Nel 1995, Alfonso  Pepe, corona un sogno: entra a far parte dell?Accademia Maestri Pasticceri Italiani che rappresenta il massimo indice di professionalita? e di eccellenza della pasticceria nazionale. Tra le sue specialita?: sfogliatelle, baba?, delizie al limone, torta alla frutta, caprese, pastiera di grano, ricotta e pera, mousse, panettoni, colombe e cioccolateria. Pepe, ha frequentato per diversi anni, corsi professionali presso l?E?cole in Francia ed ha partecipato a varie trasmissioni televisive su reti nazionali, anche se la sua vera formazione e? sul campo.









Maserati e Cortina: un brillante inizio di stagione FABAS: alte performance d’illuminazione e una raffinata progettazione estetico funzionale