• MW SUGGESTIONS •

Perché l'arredo di lusso piace agli stilisti

Data pubblicazione : 19/04/2018     
Autore : Silvia Cutuli


Due universi che si contaminano, con risultati più che proficui in quanto a creatività tout court e fatturati. Perché il mondo dell'interior design e la moda non sembrano essere mai andati così d'accordo come dimostra il proliferare di eventi che si moltiplicano durante la settimana del Salone del Mobile a Milano, che conta oltre 40 griffe presenti.

Showroom che ospitano installazioni e sposano progetti innovativi, installazioni griffate dalle grandi maison, sponsorizzazioni, collaborazioni e naturalmente stilisti che presentano le loro nuove linee d'arredo e complementi. “Il design è una parte essenziale della mia visione di lifestyle” racconta Giorgio Armani, tra i primi ad aver trasferito la sua concezione di eleganza raffinata anche alla casa.

Anemoni e le immancabili rose, cifra stilistica di Anna Molinari sbocciano sulle nuove collezioni di tableware e arredo tessile con tralci e foglie stampate in colori vibranti su raso di puro cotone per i completi letto e su puro lino per le tovaglie in toni naturali. Hermès metterà in scena il suo mondo per la casa a La Permanente, in via Turati 34 in un grande progetto architettonico. Marni ci porta in Colombia con la collezione di arredi La Vereda, fatta a mano da diverse comunità indigene (in Viale Umbria 42).





La nuova collezione in pelle tessuta di ZegnaUna scatola magica per sognare l'estate