• MW SUGGESTIONS •

Parigi haute couture..."So pretty!"

Data pubblicazione : 24/01/2018     
Autore : Silvia Cutuli


 width=
"There is time for prettiness when the world is becoming too ugly"
confida Karl Lagerfeld a Suzy Menkes - giornalista inglese di moda, già fashion editor per l'International Herald Tribune e oggi International Fashion Editor per Vogue online - che prontamente rilancia il commento via Instagram, al termine del défilé Chanel haute couture P/e 2018.
Quasi fosse un monito, una sorta di mantra, per una moda che si fa pensiero, parola ed emozione all'insegna di una "vie en rose" più ottimista, delicata e romantica che mai.

Perché se è vero che la moda è specchio dei tempi - intercettando l'"aria che tira" - capita e meno male, che risponda ai tempi grigi se non bui ( tanto a livello socio- culturale che della creatività) con un tocco di grazia e gentilezza. E ci sta che Kaiser Karl conceda alle sue nuove creazioni couture, una passeggiata in un giardino alla francese, appuntando fiori e plumage su tessuti eterei, ricami di perle e cristalli che segnano lo scoccare di una nuova primavera anche sul tweed, tinto stavolta dei rosa delicati della bella stagione. Indizio rivelatore di un'attitudine "so pretty" è la leziosa veletta ornata di boccioli.

E che la bellezza, quale alta espressione della maestria della couture, sia l'arma vincente, lo dimostra Antonio Grimaldi in un viaggio di stile che guarda alla Cambogia. I templi di Angkor Way, le luci delle lanterne, le divise militari delle Heroic Mothers of Vietnam che si fanno sofisticate salopette con tanto di bretelle tempestate di cristalli. E quando soffia il vento d'Oriente, la sahariana si fa abito da sera, i ricami in oro rosa sposano i métissage materici, le chiazze di colore alla Paul Gaugin ridestano gli animi assopiti preparandoli al risveglio di primavera.

Si assapora dolcemente la couture firmata da Giambattista Valli, nelle tonalità golose del rosa, del pesca e confetto con accenti di pistacchio, che danno il gusto a strascichi principeschi come nuvole di tulle, abiti in macramè e fiori applicati e ancora boccioli appuntati su creazioni romantiche e iper femminili che sembrano fatte della stessa sostanza dei sogni.





BUFERA NEL FASHION: TESTINO E WEBER SOTTO ACCUSAQuando la moda "fa male"