• MW SUGGESTIONS •

MILANO MODA DONNA DAY 3

Data pubblicazione : 27/02/2016     
Autore : Silvia Cutuli


"Siamo italiani e dobbiamo fare di Milano la vera capitale della moda internazionale" così Renzo Rosso commenta il debutto di Diesel Black Gold sulle passerelle milanesi, nel terzo giorno di sfilate per l´inverno 2016.

Contemporary
L´appuntamento è all´ex Scalo Farini dove i protagonisti sono i capi cult del marchio rivisitati dall´estro creativo di Andreas Melbostad tra biker jacket,  jeans e bomber riletti in una versione urbana di lusso, in un trionfo di tessuti tecnici trapuntati e doppiati di macramé. Convincono le minigonne a pieghe con inserti metallici, i mini abiti in pelle tempestati di jais, il chiodo di paillettes.

Geometrie a tinte pop
La donna dell´Emporio Armani ha una bella energia. E´ una giovane che corre veloce in città, il passo svelto segnato da gonne corte in vinile, giacche dalle forme pulite e le spalle arrotondate su cui imperano applicazioni mutuate dall´era digitale, come lo smile sezionato o i "graffi" multicolor. Un´eroina tecnologica che incarna la seduzione di oggi con forza e grinta. Così la vede Armani, che affida il suo inconfondibile touch al cappotto con plastron di paillettes, quale sintesi perfetta di maschile e femminile.

Tra selvaggio e moderno
Un titolo "Epic Heights", quello scelto dal direttore creativo Christian Beck che la dice lunga  sulla nuova collezione Aigner. Se l´ispirazione è alla natura pura e selvaggia della montagna, tra foreste  e cime innevate evocate dai toni intensi del verde bosco, del color muschio come dalla scala dei grigi, questa si lascia però guidare da uno spirito moderno. Le influenze al grunge anni ´90 segnano silhouette casual e fluide per creazioni che brillano di contrasti materici, con i ricami di paillettes che incontrano lana cotta, pizzo lavorato, pelle scamosciata e flanella.

Details
Sta tutto racchiuso o al contrario svelato da una zip complice, il fascino nuovo della donna Versace che esibisce abiti percorsi da zip invisibili dosate ad arte,  che una volta aperte fanno si che l´abito scomposto si apra in pannelli geometrici, come in un gioco di incastri. Ma notate bene "ogni capo è portabile e reale, pensato per la donna contemporanea", precisa Donatella Versace, tanto che anche le classiche cornici floreali barocche vengono rivoluzionate dalla stampa grafica, per dare un impulso dinamico e scattante alla sua donna strong.





V D P (R) E V O L U T I O NVicedomini : un sofisticato rigore