• MW SUGGESTIONS •

Le parole della moda

Data pubblicazione : 10/05/2016     
Autore : Silvia Cutuli


Perché un determinato abito si chiama in quel modo? Da dove deriva il termine jeans e perché diciamo il pizzo sangallo? Questi ma non solo, sono alcuni degli interrogativi ai quali Anna Canonica-Sawina - una laurea in lettere e storia dell’arte all’Università di Zurigo e una cattedra di  Storia del cinema - cerca di rispondere nel nuovo volume "Le parole della moda" (Franco Cesati Editore) che sarà presentato in occasione del Salone del Libro di Torino il prossimo 12 maggio.

Perché la famosa borsa di Hermès porta il nome di Birkin? Sì proprio in omaggio a Jane Birkin. L´intento è quello di fare chiarezza con i tanti e a volte insoliti nomi del fashion, tecnicismi e termini complessi, indagandone  l´origine non senza soffermarsi sulla storia della moda, delle sue icone e i suoi stilisti in passerella come sui set cinematografici. 

Infine la sezione più corposa del volume è dedicata al dizionario, che accoglie in ordine alfabetico le parole di cui ogni professionista dello stile non può fare a meno.​"​In queste pagine lo studio della lingua italiana si fa glamour​"​​, si vocifera già.​

 width=





Aguzzate la vistaITS 2016: la creatività cambia pelle