• MW SUGGESTIONS •

La moda del second hand

Data pubblicazione : 03/05/2018     
Autore : Silvia Cutuli


Girar per mercatini delle pulci a caccia del capo o accessorio griffato e d'antan, non è mai stato così d'attualità. E se i più fortunati provano l'ebbrezza di una full immersion nel baule di mamma o nonna, soprattutto i giovani e giovanissimi applicano la logica del second hand puro e semplice, senza far distinzioni se sia vintage o retrò di tendenza, online.
Lo conferma la quarta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da DOXA per Subito.it , la piattaforma italiana per comprare e vendere con oltre 8 milioni di utenti mensili, da cui emerge che il valore dell’economia dell’usato è di € 21 miliardi, ovvero l’1,2% del PIL italiano.
“La second hand è oggi un vero e proprio state of mindintegrato perfettamente nelle abitudini di consumo e di vita delle persone, in grado di rappresentare valori ed esigenze di una generazione dinamica e consapevole in crescita nel nostro Paese. Penso in particolare ai Millennials, più attivi nella compravendita dell’usato rispetto alla media della popolazione, per cui ciò che guida la scelta è l’oggetto in sè, nuovo o usato poco importa. Oltre che nativi digitali, potremmo definirli nativi second hand” commenta Melany Libraro, CEO di Schibsted Italy (Subito, InfoJobs e Pagomeno). 





In my closet: CHEMISIER5 regali per la Festa della Mamma