• MW SUGGESTIONS •

Inequivocabile classe firmata Giorgio Armani

Data pubblicazione : 22/07/2013     
Autore : Beatrice Spediacci


Estetica del divenire, fluido movimento che vede il colore protagonista di una filosofia stilistica che si rinnova senza rivoluzione e conserva le proprie cifre distintive. Il navy è collante tra il formale, che si appella al confort di shapes morbide e lineari, e l’attitudine sportiva che si manifesta in textures tecniche e raffinate. Il tutto si struttura intorno all’interpretazione sempre nuova della giacca, semplificata nella forma del blazer che conquista la linea confortable del cardigan. Per la prossima collezione, il fit è particolarmente slim, le proporzioni si accorciano, i volumi si mantengono ridotti, con tasca a filetto e sottili revers. Il blu viene declinato in tutte le sue nuance s fredde, dal ghiaccio al lavanda, in maglia, morbidi jacquard e jersey. Linee fluide e morbide per i cappotti, mono o doppiopetto, con colli sciallati, rigidi a cinturino su strutture in jersey o risvoltati. Le Giacche blusotto conquistano il rango della giacca formale nei completi e la polo con sottili revers stondati sostituiscono la camicia. I micro trafori creano reticolati fitti e conferiscono effetti volumetrici tridimensionali alle giacche, che scelgono il monocolore senza rinunciare ad un ‘energia quasi cinetica. La Maglieria ha scolli a barca profondi e sui cardigan a falda allungata sono proposti il doppiopetto e lo sprone squadrato. Ampio il ventaglio di proposte nei dettagli del collo, che intervengono a supporto di strategie stilistiche decise e coerenti: è piatto per le camicie, ad anello sulle giacche o risvoltato a punte dritte o arrotondate; a lancia per le giacche di pelle a taglio vivo, con superfici lisce, svuotate d’artifizi volumetrici 3D. Pochette a contrasto, per un touch dandy al formale più rigoroso, affiorano su abiti in blu notturno in nuances vermiglio, porpora e corallo. Trafori e check geometrici interpretano in chiave contemporanea il knitwear, proposto over size, con colli sciallati, copiosi effetti optical e illusioni in bianco e nero. Nessuna restrizione nelle interpretazioni della giacca, sempre fedele ad uno standing morbito nella struttura e slim fit, rinnovata nella versione jaquard declinata in nuances cofetto bright a cinque bottoni, naturale evoluzione del seersuker della scorsa estate. Il ritorno al bianco, testimone di un preciso intento rivoluzionario verso gli imperativi dell’eleganza classica, approda a contaminazioni stilistiche orientaleggianti, colli coreani e bottoni con peduncolo. Riavvicinamento allo Stile british nelle calzature con tomaie a coda di rondine, per un ritorno al classico rivisto in chiave bicolor, che recupera la suola in gomma della scorsa estate, nel contest di un eleganza quasi retró.




Il neo-romanticismo di Frida GianniniAllegria di naufragi. La minaccia del Paradiso