• MW SUGGESTIONS •

I Dolce&Gabbana alla conquista dell'America

Data pubblicazione : 09/04/2018     
Autore : Silvia Cutuli


Sono stati affettuosamente ribattezzati i Dolce&Gabbana, perché nell'immaginario collettivo dei modaioli del pianeta o semplici appassionati, il duo stilistico Stefano Gabbana e Domenico Dolce non s'è mai separato. E forse sta racchiuso anche qui il valore del successo della coppia (scoppiata) che intervistata da Massimo Gramellini per corriere.it ha dichiarato: «Ancora oggi, quello che è mio è suo e quello che è suo è mio» sottolinea Domenico e Stefano gli fa eco: «Da anziani saremo ancora insieme, come Gianni e Pinotto».
Separati nella vita privata, ma uniti più che mai nel portare con una faraonica tre giorni di eventi, le Alta Sartorialità per la prima volta in America, a New York. Supportati da ambasciatrici del calibro di Sarah Jessica Parker e Liza Minnelli, gli stilisti presentano l’Alta Gioielleria nella cornice della Public Library di New York con i preziosi da mille e una notte su opere scultura dell’artista Nick Georgiou.
E se a sorpresa l'eterna Carrie Bradshaw ha orchestrato un’asta benefica per il New York City Ballet el’associazione ROC United, mettendo in vendita i gioielli d’Alta Gioielleria Dolce&Gabbana e pure l'abito che indossava, all’Empire State Building la scena è per l'alta sartoria che entra per la prima volta al Teatro dell'Opera di New York. Dalla Grande Mela a Miami, dove nel Design District si inaugura un altro negozio Dolce&Gabbana, cui seguirà un evento al Soumaya Museum di Mexico City  focalizzato ancora una volta sull'alta moda, una difficile eredità stilistica su cui i due designer sembrano però avere le idee chiare: «Una volta che saremo morti, saremo morti - risponde Stefano - Non voglio che un designer giapponese inizi a disegnare Dolce&Gabbana».





CARLO PIGNATELLI: "STORIA DI UN SOGNO"TACCO 12? YES, PLEASE!