• MW SUGGESTIONS •

Gucci ri-torna a Firenze con la sfilata Cruise

Data pubblicazione : 06/04/2017     
Autore : Silvia Cutuli


Gucci sceglie la Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze come location per la sfilata Cruise del prossimo 29 maggio, ed è un ritorno alle origini per il marchio fiorentino specializzato agli esordi in pelletteria artigianale.

“Una scelta estremamente coerente con il percorso culturale ed estetico del direttore creativo della griffe Alessandro Michele, che trova nella città di Firenze e nei suoi capolavori rinascimentali un'inestinguibile fonde di ispirazione" commenta Marco Bizzarri, presidente e Ceo di Gucci che ha condiviso l'importante annuncio con il direttore degli Uffizi Eike Schmidt e il sindaco della città Dario Nardella.

La Versailles italiana, come è stato giustamente definito da più parti il Giardino di Boboli, visistato da quasi un milione di persone lo scorso anno, beneficierà di un restauro colossal sponsorizzato dalla casa di moda, che finanzierà nell'arco di tre anni con due milioni di euro, le Gallerie degli Uffizi nonché il patrimonio botanico del parco fiorentino.

Un primato di tutto rispetto per la Galleria Palatina di Palazzo Pitti che per la prima volta nella storia si apre a una sfilata di moda, dopo che l'anno scorso era stata Westminster Abbey a Londra che aveva ospitato l'attesissima sfilata Gucci Cruise, per la quale la maison italiana aveva già ricevuto il no di Atene per l'utilizzo del Partenone, sempre a fronte di un importante finanziamento.

Le modelle sfileranno nelle Sale dei Pianeti davanti a circa trecento selezionatissimi ospiti:  “Senza alcun pericolo per le opere” - assicura il direttore Schmidt.

"Anche la moda è parte del patrimonio culturale e della storia del nostro Paese dove il gusto, l'eleganza e l'educazione al bello fanno parte del nostro quotidiano – commenta il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini - Il legame tra moda e arte è sempre stato molto stretto e ha spesso favorito occasioni di incontro suggestive e uniche. Come avviene oggi con un marchio prestigioso dello stile italiano che decide di investire in modo significativo su una grande istituzione culturale nel pieno rispetto della sua missione".





LE CAPPE ITINERANTI DI BURBERRY A MILANOChanel sceglie l'eleganza italiana di Alessandra Mastronardi