• MW SUGGESTIONS •

DanceFiber, il nuovo brand arriva a Milano!

Data pubblicazione : 30/11/2016     
Autore : Marica Basile


Conto alla rovescia per l’apertura della boutique temporanea firmata “DanceFiber”, la nuova linea d’abbigliamento prodotta in Francia e in Italia, pensata per la danza, il fitness e il tempo libero già acquistabile sul sito www.dancefiber.com.

Da Mercoledì 30 Novembre a Domenica 4 Dicembre, a Milano, presso il negozio ‘Weekend Offender’ in via Scaldasole 4(dalle 11 alle 19.30) sarà possibile toccare con mano e provare i capi dell’universo DanceFiber: dalle magliette ai body e dai leggins ai golfini scaldacuore, tutto rigorosamente realizzato in fibre 100%naturali.
Funzionalità e qualità dei materiali: attorno a questo binomio ruota il mood della collezione che si rivela essere adatta non solo alle donne e alle ragazze che fanno danza, ma anche a tutte coloro che amano le linee sobrie e i tessuti morbidi senza rinunciare ad un tocco di stile nei look di tutti i giorni.
La creatrice del marchio DanceFiber è Lucia della Putta, italiana, residente in Francia da molti anni e con alle spalle una carriera da ingegnere e manager nel settore delle tecnologie tessili e industriali ma allo stesso tempo insegnante di danza jazz.
Un’idea nata da una necessità nel totale rispetto della natura, proprio come spiega la designer che ha risposto a qualche domanda.

DanceFiber un marchio giovane dallo stile particolare. A cosa si ispira?
DanceFiber si ispira alla danza nelle forme e super posizioni dei diversi capi di abbigliamento in quanto ho praticato e insegnato danza (classica, modern jazz e contemporaneo) per parecchi anni in Italia e all’estero. La seconda fonte di ispirazione è la natura che per me è una passione che vivo coltivando fiori e piante aromatiche nel mio piccolo giardino, o facendo lunghe passeggiate nella foresta da cui traggo spunto per i colori delle mie creazioni. DanceFiber anche se si ispira alla danza non vuole fermarsi a questa attività ma ha come ambizione di creare una linea di abbigliamento da utilizzare sia discipline sportive che per il prêt-à-porter.

Qual è la sua particolarità?
La particolarità dei miei capi sono i materiali naturali, dai tessuti (cotone biologico certificato e lana merinos) ai fili per le cuciture, fino alle tinture artigianali a base di pigmenti vegetali di certi capi.
Fare moda nel totale rispetto della natura, quanto conta nella creazione di una linea d’abbigliamento?
La difficoltà è riuscire a tracciare tutta la catena di fabbricazione per accertarsi che tutto sia fatto nel rispetto della natura; a questo stadio del mio progetto mi affido alle certifiche dei mei fornitori di materie prime e controllo che nelle fasi finali di confezione non entrino degli elementi nocivi. Il
costo dei materiali naturali certificati incide notevolmente sul costo di produzione altrettanto che la produzione semi-artigianale realizzata esclusivamente fra Francia e Italia.

Chi sono gli acquirenti del marchio DanceFiber?
I miei capi sono apprezzati sia per uso funzionale da chi pratica danza, Yoga o altre discipline di mantenimento fisico come il Pilates o lo stretching ma anche da ragazzine, ragazze e signore di tutte le età che cercano un abbigliamento comodo e respirabile ma dal look moderno e piacevole per la vita quotidiana.

Non solo body e scalda cuore ma anche prêt-à-porter. Come mai questa scelta?
Rimettendomi allo sport dopo qualche anno di inattività fisica ho constatato che in commercio si trovano praticamente solo capi sintetici nei quali sia io che molte delle mie amiche ballerine o sportive abbiamo difficoltà a sentirci comode e nei quali abbiamo la sensazione che la pelle non respiri. Per poter praticare uno sport vestendoci in maniera naturale dobbiamo imprestare dei capi all’abbigliamento prêt-à-porter, e per sentirci carine praticando l’attività sportiva molte volte dobbiamo comperare un capo firmato. Con le mie creazioni, al contrario, voglio creare dei vestiti funzionali per lo sport nei quali ci si sente così bene che si ha voglia infine di portarli tutti i giorni. Di conseguenza le forme che creo si devono adattare ai molteplici usi e appagare anche dal punto di vista estetico.

Esiste anche una linea adatta agli uomini e ai ragazzi?
Non ancora, ma ho parecchie richieste e qualche pezzo prototipo è già in preparazione e con la linea delle tute in Merino ho già vestito qualche uomo.

Oltre al sito, DanceFiber arriva in diverse città italiane. Ora è la volta di Milano, qual è l’obiettivo di questa boutique temporanea?
In primo luogo la tournée che sto facendo serve a far conoscere DanceFiber perché è difficile per una nuova marca farsi conoscere soltanto sul web. Ritengo che sia il modo migliore per capire se il mio prodotto incontra le aspettative dei clienti facendogli toccare e provare le mie creazioni, e in questo modo avere anche un immediato feedback per disegnare le prossime collezioni.

In qualità di ideatrice del marchio, se potesse descrivere con un solo aggettivo DanceFiber...
Io dico NATURALE, perché per me è l’elemento essenziale, ma se ho diritto ad un secondo aggettivo le dico PRECURSORE.





LA MODA SI METTE GLI SCIACCESSORI PER LUI