• MW SUGGESTIONS •

A PROPOSITO DI: ELSA VS COCO

Data pubblicazione : 07/02/2018     
Autore : Marica Basile


Stessa epoca, stesso mestiere ma donne decisamente diverse. Elsa Schiaparelli vs Coco Chanel.

 width=

Rosa shocking e black and white. Una aristocratica e l’altra di umili origini e ciò si rifletteva inevitabilmente sulle loro creazioni: gli abiti sfarzosi ed eccentrici di Schiap non hanno però mai oscurato le linee sobrie ed eleganti di Madame Coco. Due differenti concezioni di moda: l’italiana che si fa influenzare dall’arte e dai movimenti culturali e la francese che resta con i piedi per terra e impone l’eleganza senza tempo. Da un lato bizzarre mise con tanto di aragoste giganti completate da telefoni-borse e dall’altro il fascino del tailleur reso prezioso dalle perle e dall’iconica 2.55.

 width=

Elemento in comune è l’innovazione apportata nel guardaroba femminile. Elsa, la stilista-artista, inventa la gonna pantalone e si conquista il titolo di “profeta della moda” osando 50 anni prima rispetto ad altri couturier l’accostamento di capi sportivi a quelli formali. Coco libera le donne dai corsetti e le veste da garçonne prestando particolare attenzione ai dettagli: la bigotteria diviene per lei preziosa ma lei la scompone e ricompone con pietre vere e false rivoluzionando il settore.

 width=

Due mondi opposti che però volevano far breccia nel cuore della stessa tipologia di clientela. Si sa, là dove gli stili si contrappongono con prepotenza, nasce la rivoluzione. È proprio grazie a questo “scontro” però che le due nemiche o non propriamente amiche, come dir si voglia, hanno contribuito al cambiamento dell’immagine della donna del XX secolo. Non ci resta che ringraziarle!







SAN VALENTINO? GOD SAVE AMAZON!Anche la vetrina è sostenibile